Utente 151XXX
Buongiorno dottore ho fatto un'esofagogastroduodenoscopia con referto istologico.Il referto dice:esofago:ernia iatale,piccola(<3cm).Una o piu' erosioni nessuna superiore a 5 mm.Stomaco:nello stomaco la mucosa è arrossata diffusamente,sull'intera circonferenza.Duodeno:referto normale nel tratto esplorato del duodeno.
Diagnosi:Ernia iatale (ICD-K44.9).Esofagite da reflusso grado A (ICD-K21.0).Eritema nella mucosa nello stomaco (ICD-K29.7)Poi dopo 2 settimane sono andato a ritirare il referto istologico che dice:MATERIALE IN ESAME A:Antro-corpo:Tre lembi di mucosa gastrica ossintico-angolare morfologicamente indenne.Non evidenza di Hp ne di un significativo reperto gastrico nelle sezioni esaminate.
B:Esofago distale:Due lembi di epitelio pavimentoso esofageo con lieve acantosi ed iperplasia basale,senza altre particolarità,compatibile con esofagite cronica di primo grado.
Il dottore mi ha dato Lansoprazolo Teva 15 mg da prendere la mattina 30 minuti prima di colazione.E mi ha detto che probabilmente dovro' usarlo per sempre perche' sembra che la cosa sia cronica.Lei cosa dice?Non si puo' guarire operandosi se e' possibile e come terapia e' sufficiente l'uso di questo farmaco e basta?La ringrazio.Distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
L'intervento chirurgico e' da riservarsi a quei pazienti che continuano a presentare i sintomi del reflusso nonostante la terapia. Le consiglio dunque di seguire le indicazioni del suo Medico almeno per 6-12 mesi: nel caso la sintomatologia non accenni a diminuire potra' effettuare ulteriori accertamenti e persino prendere in considerazione la terapia chirurgica. Se invece non avra' piu' disturbi vorra' dire che, come la maggior parte dei pazienti, e' riuscito a ottenere buoni risultati con l'utilizzo dei PPI.
Cordiali saluti