Utente 156XXX
Salve, ho 32 anni, femmina. Nei giorni appena passati ho riscontrato una forma di cianosi estesa alle dita di entrambe le mani. Non ho subito traumi, non era associata a dolore, solo un lievissimo formicolio al risveglio al mattino. Sintomi e segni sono ora regrediti totalmente senza lasciare esiti, durando circa tre giorni. E' possibile riferire l'evento al fenomeno di Raynaud, di cui ho letto in rete, oppure a una patologia? Sono consigliabili accertamenti?

Cordialmente ringrazio gli Interlocutori
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
le manifestazioni descritte, pur non integrando il "fenomeno di Raynaud" tipico, rappresentano verosimilmente disturbi di natura funzionale legati ad una alterata reattività dell'apparato vascolare agli stimoli per lo più termici e che si inquadrano nel capitolo delle cosiddette "acrosindromi" di cui fanno parte anche la malattia di Raynaud e la sua manifestazione clinica (comune anche ad altre affezioni) rappresentata dal "fenomeno di Raynaud".
Solo raramente queste affezioni sono la manifestazione di malattie dell'organismo a sfondo "reumatoide" o di affezioni della tiroide, la cui esistenza va esclusa mediante esami ematochimici che il suo Medico di Base dovrebbe essere in grado di prescriverle.

Nella sezione Minforma troverà un ottimo articolo sull'argomento
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=33295
[#2] dopo  
156088

dal 2012
La ringrazio per le delucidazioni fornite. Programmerò con il Condotto le possibilità fornite.
Cordiali saluti e buon lavoro!