Utente 112XXX
salve a tutti.
mia nonna di 90 anni, a causa di alcuni episodi sintomatici, è stata ricoverata e le è stata posta diagnosi di stenosi aortica grave.
ha rifiutato l'intervento chirurgico (unico trattamento risolutore)ed è stata dimessa con prescrizione di terapia medica.
allo stato, assume cardicor, cardioaspirina, aplactin, venoruton, epinitril(cerotto). ultimamente le sto misurando la pressione e costantemente la max risulta di 180 (o anche di più) e la minima 60. sono anch'io un medico ma agli inizi e con poca dimestichezza con le prescrizioni farmacologiche ed ora le sto facendo assumere modiuretic a giorni alterni (lo assumeva già in precedenza).
posso avere un consiglio più adeguato?
c'è necessità di un antipertensivo maggiore?
come mai questa minima piuttosto bassa e la diastolica così alta?
grazie infinite.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
in assenza di una visita diretta è deontologicamente vietato prescrivere o consigliarle una terapia on line. Sul fatto che riscontri una alta pressione differenziale, massima alta e minima diastolica, ciò dipende proprio dalla patologia aortica di cui è affetta sua nonna. Utile una valutazione cardiologica a breve.
Saluti