Utente 156XXX
Gentili medici,
sono una donna di 36 anni senza particolari trascorsi cardiologici ad esclusione di un "quasi" prolasso alla mitrale che nei periodi d'ansia mi ha dato extrasistoli saltuariamente.
Scrivo perché da una settimana soffro di queste aritmie in maniera pressocché continuativa, anche se preferibilmente a riposo (il femomeno si attennua compiendo normali attività tipo i lavori di casa...). Aggiungo che il medico mi ha dato una settimana di malattia per una sorta di esaurimento psicofisico da stress conseguente la fine di un periodo molto duro per questioni sanitarie che ho dovuto affrontare in famiglia (con buon esito però). In più mi sembra che i fastidi che avverto siano in qualche modo collegati ad una cervicale persistente che coinvolge anche la parte alta della schiena, spalle e braccia. Sto confondendo cose che non c'entrano le une con le altre? La cosa che più mi preme è il cuore: sentirò senz'altro il mio medico anche su questo ma dato che sto già facendo accertamenti di ogni sorta volevo il vostro parere prima di fare la parte del malato immaginario fino in fondo... Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
L'extrasistolia puo' essere certamente favorita da periodi di stress psicofisico, ma se la percezione dei battiti extrasistolici viene definita pressocchè continuativa, merita accertamenti cardiologici senza correre il rischio di passare per malati immaginari.
Dapprima sarebbe utile una visita da un cardiologo che saprà, se sussistesse il caso, indicare gli accertamenti più indicati.
A disposizione per ulteriori accertamenti
[#2] dopo  
Utente 156XXX

Iscritto dal 2010
Gent.mo Dott. Tidu,
la ringrazio per la rapidissima risposta! Ho nel frattempo prenotato una visita cardiologica con ecg, anche se sono un po' più tranquilla perché oggi i fenomeni extrasistolici sono stati già meno frequenti (mi sforzo anche di tenere ben distese le vertebre cervicali, chissà se questo c'entra qualcosa...). Terrò certamente aggiornati lei e gli altri utenti (nell'eventualità che qualcun altro abbia i miei stessi problemi) sulla risposta che mi darà il cardiologo dopo la vistita.
Grazie di nuovo.