Utente 117XXX
Gent.mi Dottori alla tenera età di 33 anni ho preso la varicella e sto attualmente lottando con croste e prurito. Nonostante non le abbia grattate o stigate le pustole erano talmente grandi da avermi causato una piaga molto dolorosa sotto il seno che sto trattando con Gentalyn Beta e alcune cicatrici su viso e collo. Cosa posso fare attualmente per mitigare le cicatrici e cosa posso fare in futuro per eliminarle? Come mi dovrò comportare questa estate esponendomi al sole equatoriale? Le croste che stanno cadendo spontaneamente lasciano comunque un alone questo scomparirà e se si in quanto tempo? Sono molto amareggiata perchè non avevo segni sulla pelle non avendo mai sofferto di acne e anche a livello di invecchiamento cutaneo mi potevo definire molto fortunata mentre ora sembro un mostro.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vito Abrusci
24% attività
0% attualità
12% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Idealmente bisognerebbe evitare le croste con lo scopo di facilitare il riempimento delle ferite e con questo evitare cicatrici. Questo potrebbe farlo la sera applicando vaselina bianca e coprendo le cicatrici (per mantenerle umide e aiutare a far cadere le croste) e dopo applicando sul viso direttamente, sopra la vaselina, cerotto di carta antiallergico.
Una volta che le croste sono cadute, bisognerebbe applicare per minimizzare il rossore ed evitare la pigmentazione delle macchie un cortisonico topico di potenza variabile e schermo solare e questo solo potrebbe suggerirglielo l'esperto, dopo aver valutato il tipo delle cicatrici, il colore della pelle ed altri fattori.
Una volta sparito il rossore, come trattare le cicatrici?
Dipendendo da diversi fattori, oggi le cicatrici possono essere trattate mediante chirurgia minimamente invasiva, spesso combinando techiche tipo subcision, needling, fillers e/o chirurgia laser assistita.
Cordialmente,
Vito Abrusci