Utente 221XXX
Buongiorno,

mio marito , di 61 anni, circa un mese fa ha avuto un infarto acuto anteriore mentre era in bicicletta ( è un cicloamatore ). Gli è stata praticata una angioplastica con applicazione di stent medicato. Adesso è a casa , segue la terapia prescrittagli ( plavix, cardioaspirin, triatec e sinvastatina) e non ha disturbi. Per ora si è limitato a fare delle passeggiate ma, vorrebbe riprendere ad andare in bicicletta e , dato che i medici non sono stati chiari riguardo alla ripresa dell'attività fisica, vorrei sapere quando è consigliabile riprendere l'attività ( seppur in modo moderato e non facendo salite ). Attualmente ha eseguito l'holter il cui referto gli verrà consegnato tra dieci giorni circa e dovrà fare una visita con elettrocardiogramma ai primi di Maggio. Dopo quanto tempo viene, di solito, prescritto un elettrocardiogramma sotto sforzo ?

Ringraziando

Porgo cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
in genere il progamma riabilitativo post-infarto va personalizzato in base all'entità del danno subito dal paziente. La valutazione di tale danno va effettuata con un ecocardiogramma e un test da sforzo a distanza di almeno 40gg dall'evento in linea generale.
Saluti