Utente 321XXX
Buongiorno, introduco "il caso" con alcuni dati:

SESSO: F
ETA': 62

GLICEMIA: 0.86 g/1000ml valori di riferimento 0.60 - 1.10

COLESTEROLO TOT: 251 mg/100ml valori di riferimento fino a 200

TRIGLICERIDI PLASM: 120mg/100ml valori di riferimento 35-170

HDL: 52mg/100ml valori di riferimeno >50

LDL: 161 mg/100ml valori di riferimento fino a 130

CREATINEMIA: 0.93mg / 100ml valori di riferimento 0.50-1.50

OMOCISTEINA PLASMATICA: 4.90 micromoli/L valori di riferimento fino a 13

! ! ! NB: Le analisi precedenti (OTT 2006) riportavano valori di LDL pari a 187. Dunque, curando la dieta e assumendo integratori naturali ho ridotto il colesterolo cattivo di 26 punti (periodo 5mesi ca)

PRESSIONE: mediamente 140/90

TERAPIE:
- per l'ipertensione 1 compressa al dì di Fosicombi
- per i livelli di colesterolo assunzione di Omega3 . (Al dì 0.30 EPA + 0.20 DHA).

Considerati questi dati mi consigliate l'assunzione di statine ? Oppure proseguo con gli Omega 3 e al prox controllo (fra 3 mesi circa) deciderò il da farsi?

Cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gabriele De Masi De Luca
24% attività
0% attualità
0% socialità
TRICASE (LE)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

per tenere sotto controllo il metabolismo lipidico in un soggetto di s. femminile, di 62 aa, affetto da ipertensione arteriosa, deve essere mantenuto il valore delle LDL al di sotto dei 130 mg/dl (oramai il valore del colest tot non e' piu' un indice che quantifica il grado di compromissione del metabolismo lipidico). Giustissimo continuare con le nuove abitudini alimentari, ma credo proprio che di fronte ad un valore di LDL di 161, dopo un periodo di cinque mesi di dieta ipolipidica, dovrebbe essere impostato il trattamento con statine (magari iniziando con un basso dosaggio).
Il trattamento con esteri etilici di acidi grassi poliinsaturi (omega 3)non ha alcun beneficio nel migliorare il profilo LDL/HDL, bensi' e' utile solo per la riduzione dei trigliceridi che dai dati da lei forniti sono nella norma.
Monitorizzi la pressione arteriosa per un eventuale ottimizzazione del trattamento antiipertensivo(se dovesse persistere un valore diastolico maggiore/uguale a 90).

Cordiali saluti

Dr Gabriele De Masi De Luca

[#2] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2007
Caro dott. De Masi De Luca,

grazie infinite per l'attenzione che ha dedicato alla mia domanda. Domani mia mamma andrà dal medico con le analisi, speriamo le prescriva le statine! I suoi valori di colesterolo sono sempre stati alterati, ma il ns medico di famiglia non le ha mai prescritto nulla!!! Le statine devono essere prescritte da un cardiologo o lepuò prescrivere anche il medico di famiglia? E per quanto riguarda la possibilità d'esenzione, il SSN a partire da quali valori di colesterolo copre la spesa per le statine?

Cordialmente