Utente 156XXX
Salve sono un ragazzo di 20 anni e da un paio d'anni soffro di bruciore agli occhi con fotofobia annessa...in questi due anni ho anche avuto delle piccole miodesopsie poi scomparse da sole.
Sono in cura sempre dallo stesso oculista, il quale la prima volta ha pensato ad un'infiammazione dovuta dall'occhio secco (uso molto il pc) e mi ha prescritto così Fluaton e gocce Optive per "reidratare"...il Fluaton è l'unico collirio che riesce a farmi passare l'infiammazione, infatti subito è andato tutto bene, poi il problema si è ripresentato...
la seconda volta così, l'oculista ha pensato ad una congiuntivite allergica e mi ha prescritto del Ketoftil...che è servito a ben poco.
Alla terza e ultima visita mi ha prescritto collirio Opatanol e gocce reidratanti Systane Ultra...da quanto ho capito pensa sempre ad una congiuntivite allergica.
Dopo la cura con l'Opatanol (che non ha fatto grande effetto) eccomi di nuovo al punto di partenza...occhi che bruciano, a volte mi fanno venire pure mal di testa...
Non so che pensare, so solo che svegliarsi la mattina con gli occhi che bruciano (non sono appiccicati, semplicemente bruciano) non è piacevole...
Ora ho letto su internet di "uveite" non ne avevo mai sentito parlare, i sintomi sembra che corrispondano (li potete leggere anche voi)...è possibile che il mio oculista visitandomi ogni volta con lampada a fessura, misurazione pressione dell'occhio, possa non essersene accorto? Cosa dovrei fare recarmi da un altro oculista? Tra l'altro l'uso di lenti a contatto morbide (che una volta facevo sporadicamente) ora mi risulta impossibile, quando le tolgo gli occhi bruciano tantissimo, quindi non le sto più mettendo da mesi.
Mi affido a voi e vi ringrazio anticipatamente (anche per aver letto tutto questo tomo)
[#1] dopo  
Dr. Antonio Pascotto
52% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2001
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

È quasi impossibile che il Suo oculista possa non essersi accorto di un'uveite che, nel tempo, porta a gravi danni oculari. Ci sono forme di congiuntivite cronica, spesso da smodato uso di lenti a contatto, che sono davvero difficili da curare. Occorre tanta pazienza ma, con calma, si addiviene sempre ad una soluzione.

Saluti,
Antonio Pascotto
[#2] dopo  
Utente 156XXX

Iscritto dal 2010
Risposta davvero velocissima, grazie mille mi ha tranquillizzato molto! Continuerò a "lavorare" col mio oculista alla ricerca di una cura efficace...
Buon lavoro e buon 25 aprile!