Utente 155XXX
Salve a tutti e vi ringranzio anticipatamente per le eventuali risposte.
Faccio sport (tennis) da quando avevo 10 anni e così ho deciso di cominciare a fare attività agonistica; dicendo al medico che fa i certificati per l'attività agonistica che fin da piccolo mi è stato diagnosticato un piccolo soffio protomesosistolico mi ha consigliato di fare un ecocardiogramma.
con l'ecocardiogramma si è notato che ho il ventricolo sinistro è ipertrofico e quindi il dottore mi ha detto di lasciar perdere l'attività agonistica.
adesso gentilmente vi chiedo: se non ho mai avuto sintomi può essere cardiomiopatia o è più semplicemente cuore d'atleta dovuto al forte allenamento?
ecco i dati dell'ecocardiogramma:

Aorta: Rad.Ao. 30 Ao. asc. 26 Arco 26
Ventricolo Sinistro: DTD(mm)47 DTS(mm) 19 Fraz. d'eiezione(%)60 SIVd(mm)12 SIVs(mm) 16 PPd(mm)9 PPs(mm) 14

Atrio Sinistro: diam.AP(mm) 34
Conclusioni: ventricolo sinistro lievemente ipertrofico, con ostruzione dinamica al tratto di efflusso del ventricolo sinistro (grad max 28 mmhg) normale per diametri cavitari e cinesi segmentaria; funzione contrattile globale conservata (F.E. 60%). atrio sinistro radice aortica, aorta ascendente ed arco nella norma. valvole semilunari morfologicamente normali. al doppler insufficienza mitralica, polmonare e tricuspidale di grado lieve. PAPS 36mmHg. non versamento pericardico in atto.

GRAZIE anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
in genere in assenza di familiarità per tale patologia è molto probabile che l'alterazione riscontrata sia legata all'attività sportiva, la cui sospensione può ripristinare in termini più o meno variabili il ritorno alla normalità. Effettui un ulteriore controllo ecocardiografico a distanza di tre mesi.
Saluti