Utente 105XXX
Gentili medici,
mio marito (31 anni) dall'esame del liquido seminale risulta avere una criptozoospermia con motilità degli spermatozoi al 0%.
Spermiogramma (ultimo)
Coagulazione:presente Liquefaz. a 30 min: completa
Colore: lattiscente trasp.
Volume: 2,5 ml
Ph: 7,3
Viscosità: normale
Odore: S.G. Filanza:10 mm
Leucociti: 50/mm3
Spermatozoi: 10/ml
Ci siamo rivolti ad un Urologo il quale ha prescritto vari esami:
Spermicoltura: sempre positiva per Enterococco ed Escherichia coli nonostante varie cure antibiotiche, in mesi e mesi. Ora da riverificare dopo l'ultima cura fatta anche di puture di Gentalyn.
Tampone Uretrale: positivo per Escherichia coli e Staphylococcus h. (sensibile alla cura di Gentamicina)
Esami genetici: Cariotipo e Fibrosi cistica non ci sono anomalie.
Esami ormonali: nella norma a parte LH che risulta essere a 2,47 mIU/ml (2,40 - 9,40)
Ecocolor doppler vasi spermatici:
Testicoli in sede, di volume nei limiti della norma, ed ecostruttura omogenea, ad ecogenicità conservata, ma con trama grossolana.
Varicocele di III grado a sx.
Vareicocele di I/II grado a dx.
Assenza di idrocele.
Biometria gonadica: Didimo sn d.l. 47 mm, d.a.p. 20 mm, d.t. 28 mm.
Didimo dx d.l. 40 mm, d.a.p. 17 mm, d.t. 25 mm.
Da premettere che il colordoppler è stato rifatto dopo 8-9 mesi dal primo che evidenziava solamente un varicocele di 1° grado ma l'urologo non ne era convinto in quanto l'esaminatore non aveva scritto giusto, per l'urologo era almeno un 3° grado. Infatti rifatto l'esame era totalmente diverso dal primo.
L'urologo inoltre a fatto prescrivere un'integratore a mio marito da prendere per 6 mesi, lo sta prendendo da quasi 2 mesi e si chiama PROXEED NF.
Ora siamo in attesa di rifare un altro tampone uretrale e di andare nuovamente dall'urologo, ma intanto ci chiedevamo se potrebbe cambiare qualcosa ora con una nuova diagnosi di varicocele. ùsecondo voi a questo punto è meglio operare? Sappiamo bene che una gravidanza normale sarebbe al quanto impossibile ma visto che la unica strada per noi è la ICSI e il quadro seminale è molto brutto anche per la icsi sono troppo pochi e immobili (se non morti).
C'è speranza, secondo voi, con un intervento di varicocele, migliorare un pò il quadro seminale e poter fare la ICSI con degli spermatozoi vitali???
Grazie mille della vostra attenzione!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara lettrice ,

la vostra situazione clinica è particolare e complessa .

Confermata la diagnosi di varicocele può anche essere indicato un intervento correttivo (vista anche la vostra età di coppia) oppure valutare l'indicazione verso una tecnica di fertilizzazione assistita.

A questo punto bisogna risentire in diretta il suo andrologo od urologo che si spera abbia chiare competenze in patologia della riproduzione umana.

Nel frattempo, se desidera avere altre informazioni più dettagliate sull’utilizzo delle tecniche di riproduzione assistita, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/215-fecondazione-vitro-icsi-svolgono-avviene-laboratorio.html .

Mentre, se desidera avere informazioni più dettagliate sul particolare ma complesso tema andrologico della correzione di un varicocele, le consiglio di consultare anche alcuni articoli pubblicati, sempre sul nostro sito, e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=67533

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=37883

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=54716

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=73246

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=69638

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=35752

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dott. Beretta, la ringrazio della sua risposta. All'inizio dice che la nostra situazione è particolare e complessa, in che senso? Non ci sono speranze di diventare genitori? Magari per vie naturali no, ma con la fecondazione assistita e un quadro seminale di spermatozoi forse morti? Lei consiglierebbe l'intervento al varicocele, o sarebbe inutile? Inoltre secondo lei è possibile che da una criptozoospermia si passi a peggiorare ancora di più e diventare un'azoospermia? Scusi per le tante domande ma inoltre, l'integratore che le ho citato può in qualche modo migliorare un pò o è inutile, sa questo integratore è molto costoso e la mutua non lo passa. Per sei mesi sono moltissimi soldi. So che lei non può prevvedere ma mi chiedevo se in caso di criptozoospermie questo sia servito almeno un pò.
Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

una criptozoospermia può sempre diventare una azoospermia e quindi, quando è possibile, in questi casi consigliamo sempre una crioconservazione.

Poi sulle precise indicazioni terapeutiche che ci chiede le ripeto che noi da questa postazione non possiamo darle alcun orientamento preciso, senza poterla valutare in diretta.

Se comunque devo darle un consiglio schietto, lasci perdere gl'intergratori e consulti, senza perdere altro tempo prezioso, un andrologo con chiare competenze in patologia della riproduzione umana.

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore,
vorrei aggiornarla sulle ultime situazioni ed avere un vostro parere.
Abbiamo contattato un centro di PMA dove mio marito ha fatto anche una visita andrologica e ha eseguito una capacitazione del liquido seminale.
Le riporto il referto:
ph 7.7
volume 2.0 ml
Concentrazione spermatozoi 0,001 x 10(alla sesta)/ml
Num totale spermatozoi 0,002 x 10(alla sesta) ca.
Spermatozoi immobili 100%
Inoltre sono stati fatti altri esami tra questi anche la ricerca di microdelezione del cromosoma y dal quale non sono stati riscontrati delezioni. Quindi tutti i genetici sono ok, gli ormonali sono ok, fsh 3.5 (2.5-11.0), persistono sempre infezioni nello sperma e l'andrologo ha dato un'altra cura antibiotica (sono mesi e mesi e la spermiocoltura non è mai stata negativa)
Dalla visita andrologica il dottore ha proposto l'operazione di varicocele di 3° grado al testicolo sn e agoaspirato per la ricerca di spermatozoi con possibile congelamento.
L'operazione è stata eseguita 3 gg fa in day surgery e con la sclerotizzazione della vena spermatica per via Anterograda (Tauber), ora bisogna vedere se potrebbe esserci un miglioramento e il dottore ci ha detto di ripetere lo spermiogramma fra 3-4 mesi.
Nell'agoaspirato purtroppo non sono stati ricuperati spermatozoi e ci siamo molto preoccupati chiedendoci come mai visto che nell'eiaculato anche se pochissimi ma escono. L'andrologo ha detto che purtoppo durante l'eseguzione dell'agoaspirato è uscito un pò di sangue e quando succede non può ritenerlo valido. inoltre ha detto che se prima sospettava un'ostruzione nelle vie seminali ora potrebbe essere un mal funzionamento testicolare e ha dato anche una cura ormonale di fsh col farmaco FOSTIMON per 4 mesi.
Volevo chiederle, lei cosa ne pensa? Il mancato ricupero di spermatozoi è preoccupante? La cura di Fsh e l'intervento di varicocele può cambiare in positivo la situazione? Noi abbiamo paura che non potremmo fare neanche la tecnica ICSI perchè non ci sono spermatozoi o che essi non siano buoni.
Scusate se mi sono allungata nella lettera ma non volevo tralasciare niente per capire meglio la ns situazione.
Non vorremmo passare questi 4 mesi nel dubbio ma ci piacerebbe sentire un'altro parere medico sull'agoaspirato. Secondo lei c'è ancora qualche speranza???? Abbiamo paura che la fecondazione assistita non sia per noi.
Grazie mille e buona giornata.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
L'agospirato negativo da questa postazione non è possibile discuterlo e darle una corretta interpretazione o valutazione .

La sclerotizzazione della vena spermatica per via anterograda secondo Tauber può anche essere nel tempo un'indicazione terapeutica ragionevole meno mi sembra l'utilizzo di gonadotropine, come l'FSH (Fostimon), in presenza di un quadro ormonale nella norma .

Comunque a questo punto risenta in diretta il suo andrologo.

Infine sulle tecniche di riproduzione assistita le consiglio di riconsultare sempre il nostro articolo pubblicato e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/215-fecondazione-vitro-icsi-svolgono-avviene-laboratorio.html .
[#6] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore,
mi preme almeno farle una domanda su, magari, sue esperienze e casi come il nostro.
Quante persone migliorano la qualità dello sperma dopo questo intervento? E soprattutto, in quanti casi estremi, tipo Azospermie non ostruttive, si trovano spermatozoi fecondanti? Insomma abbiamo qualche possibilità??? Non vorremmo illuderci troppo.
Mi scusi se le chiedo tante cose ma capisca la nostra preoccupazione.
Grazie ancora e buona domenica.
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Io personalmente non ho esperienze positive da segnalare dopo varicocelectomia con miglioramenti significativi in presenza di una criptozoospermia o di una azoospermia e tendo a dare, se non ci sono terapie razionali da indicare, sempre un consiglio verso una tecnica di riproduzione assistita se vi è una criptozoospermia.

In questo senso, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su come si lavora in un Centro di Procreazione Medicalmente Assistita, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/201-andrologo-ginecologo-devono-interagire-correttamente-infertilita-coppia.html .

Un cordiale saluto.
[#8] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Capisco a pieno quello che dice e non mi illudo sulla anche minima possibilità di un concepimento naturale. Sarà l'agoaspirato negativo che ci avrà sconvolto ma quello che noi temiamo è che non ci sia alcuna possibilità neanche con le tecniche di procreazione assistite. Ci hanno sempre prospettato la ICSI e puntiamo su quello oramai. Siccome è da escludere per noi andare all'estero per una eterologa, se non potremmo fare una icsi con gli spermatozoi di mio marito c'è solo l'adozione. La prego, pazientemente, ci dica quanta possibilità potrà esserci per noi, con spermatozoi completamente immobili anche dopo capacitazione, a poter fecondare un'ovulo.
Il problema non è il percorso icsi, il problema è SARA' POSSIBILE fare questo percorso?
Grazie ancora.
[#9] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara lettrice,

se ci sono spermatozoi nell'eiaculato significa che esiste tessuto spermatogenetico che produce spermatozoi. Quando gli spermatozoi si formano sono cellule "vive" e quindi utilizzabili per una ICSI.
Il problema è quello di Recuperare tali spermatozoi e , forse, un semplice agoaspirato non è la tecnica migliore per testare i vari lobuli testicolari.
metodiche di recupero "chirurgico open" potrebbero consentire il recupero di spermatozoi vitali
L'intervento per il varicocele potrebbe determinare dati positivi, aspettate qualche mese prima di fare i passi successivi
cari saluti
[#10] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille di vero cuore dottore! Mi ha rincuorato parecchio. Sa l'agoaspirato negativo ci ha molto sconvolto, ora aspetterei mesi e mesi più tranquillamente se so che per noi la strada della speranza non è chiusa.
Grazie ancora.
[#11] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Gentili medici,
vorrei chiedervi un'altro parere. A mio marito da bambino, all'età di 10 anni, gli hanno riscontrato il testicolo dx in ascensore, forse mi ero scordata di metterlo per iscritto la volta scorsa che ho postato la mia domanda. L'andrologo lo sa ma sul suo referto ha scritto "criptorchidismo dx", mi potete spiegare se è la stessa cosa e se ci sono differenze quali sono? Su internet si parla di due cose diverse, io pensavo fossero sinonimi. Dunque per questo motivo gli ha dato la cura con Fostimon, ora la sta facendo da quasi 3 mesi. Quando ha avuto il testicolo in ascensore il medico gli ha fatto fare una cura a base ormonale con uno spray, la cosa poi si è risolta da sola.
Dunque ritorno a chiedervi, sapendo che mio marito si è operato 2 mesi fa di varicocele sx e che i suoi spermiogrammi precedenti davano tutti "criptozoospermia con immobilità 0", potremmo sperare in un piccolo miglioramento dello spermiogramma? La ns paura è che peggiori e diventi azoospermia, secondo voi fra un mesetto sarà il caso di ripetere un nuovo spermiogramma, va bene dopo 3 mesi?
Dunque ringrazio per la vostra attenzione e attendo una vostra risposta.
Buona serata.
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006


Cripotorchidismo vuol dire testicolo ritenuto in addome mentre il testicolo migrante, in ascensore, è una forma meno grave di ritenzione testicolare.

Se desidera comunque avere altre notizie più dettagliate su eventuali problemi di natura andrologica che interessano i giovani uomini le consiglio di consultare anche l’articolo sempre pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html .

Infine la speranza è sempre l'ultima a morire ma ora segua attentamente tutte le indicazioni ricevute in diretta dal suo andrologo.
[#13] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Dunque sono due cose diverse, ma molto simili? La cura di Fostimon è adatta a questo genere di problema?
Ma quello che ancora non capiamo è la causa dell'infertilità di mio marito (o dovrei chiamarla sterilità?) Potrebbe essere stato il testicolo in ascensore, anche se la cosa era prima dell'addolescenza e per poco tempo? Il varicocele, anche se non porta a infertilità così gravi? Entrambi? Tutto il resto delle analisi di mio marito sono a posto! Allora qual'è la causa, secondo lei?
Secondo me il ns andrologo non lo sa.
Buona giornata.
[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sia il varicocele che un testicolo ritenuto o "in ascensore" posssono essere considerati come situazioni che possono scatenare una dispermia.

Sulla terapia consigliata, da questa postazione, non ho elementi per darle un consiglio mirato e corretto.
[#15] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore,
voglio aggiornarla sulla ns situazione.

Passati 4 mesi dall'intervento di varicocele nessun miglioramento o per lo meno il miglioramento non è stato significativo.
Al centro abbiamo ripetuto la capacitazione ed in più è stato fatto un test alla teofillina per capire la qualità di questi spermatozoi.

Dalla capacitazione è risultato avere 3.000/ml spermatozoi e totalmente immobili. Dal test alla teofillina è risultato sempre l'immobilità al 100%.
Non conoscendo di che si tratta questo test (noi abbiamo richiesto il test di vitalità) ci siamo affidati all'intervento consigliato dall'andrologo del centro, la TESE, che mio marito farà a dicembre.
L'altro medico, sopra, mi ha parlato del metodo di ricupero "chirurgico open" ma cosa sarebbe? La TESE o altro?

Vorrei chiederle un parere sulla TESE e se nel ns caso abbiamo possibilità di trovare spermatozoi buoni e fecondanti.
Grazie mille
[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il test alle Teofillina da lei citato è un test indiretto di vitalità degli spermatozoi, dando questa sostanza in alcuni casi questi , se vitali, si muovono.

L'indicazione verso un prelievo chirurgico di spermatozoi può avere una sua condivisione clinica ma la possibilità reale di recuperare spermatozoi vitali nessuno può garantirla.

Comunque, se desidera avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/195-azoospermia-spermatozoi.html .

Un cordiale saluto.
[#17] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Buon giorno dott. Beretta,
ha ragione nessuno può garantire il recupero di spermatozoi vitali fino a quando non si fa la biopsia, ma mi può indicare in base a sue esperienze, quali sono i casi o i motivi per cui muoiono gli spermatozoi prematuriamente?
Ad esempio potrebbe essere qualcosa che trovano durante il loro passaggio? Sono già loro dalla nascita deboli oppure addirittura muoiono nel testicolo? Cosa potrebbe scatenare una Necrozoospermia?
Ribadisco che tuttora ancora non si è capito se il problema è ostruttivo o secretorio.
Naturalmente, a questo punto, noi speriamo sia ostruttivo ma è solo un'illusione secondo il suo parere?
Le ricordo che sia il valore dell'FSH, sia il volume testicolare sono nella norma.
Si potrebbe parlare allora della sindrome di sole cellule di Sertoli? Se ho capito bene cosa significa! Potremo aspettarci anche questo dopo la biopsia/Tese? La prego mi rassicuri!
[#18] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Tutte le ipotesi etiologiche da lei sollevate sono tutte da considerare e sicuramente una TESE, oltre al recupero di spermatozoi, ci può portare a fare anche una diagnosi più precisa.
[#19] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dott.re,
vorrei aggiornarla degli ultimi sviluppi per chiederle un parere.
Allora:
TESE fatta a dicembre, sono stati ricuperati 3 paiettes e congelati (64.000 spermatozoi/ml e 2% di vitalità a paiettes) per 3 tentativi di icsi; felicissimi abbiamo iniziato subito a gennaio la prima icsi.
Ho prodotto bene, ben 15 ovociti maturi ma sono stati congelati 7 e inseminati i restanti 8. Purtroppo sui 8 solo 2 hanno fecondato e in 3a giornata mi hanno traferito un embrione di 6 cellule e uno di 3. Speravamo potesse attecchire almeno quello da 6 cellule ma la ICSI è fallita e le beta sono risultate negative.
L'endomentrio era buono, a detta dei ginecologi, 12,5 mm l'ultima eco fatta prima del pick up.
Ho sentito i biologi del centro, i quali hanno detto che c'erano speranze sul embrione da 6 cellule, ma se non ha attecchito possono essere tanti i fattori.
Io ho paura invece che sia il seminale preso da TESE ad essere molto scarso e quindi a non avere generato un embrione che potesse andare avanti.
Secondo lei ho speranze per una prossima icsi oppure le ns percentuali di poter ottenere una gravidanza sono minori rispetto a chi ha il seminale un pò migliore. Pensavo di essere fortunata ad essere riuscita ad arrivare al tranfer con un embrione di 6 cell ma ora non ne sono più tanto convinta.
Cosa consiglia lei?

P.S. ho 7 ovociti congelati, è il caso di usare quelli oppure aspettare e fare un'altra stimolazione, la mia paura è che gli spermatozoi non riescono a fare bene il loro lavoro.
Grazie e scusi le tante domande.
Buona giornata
[#20] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Una ICSI semplifica molto il lavoro di uno spermatozoo.

Provate ora a fare eventualmente un tentativo con gli ovociti congelati ma comunque seguite sempre le indicazioni che vi daranno in diretta i medici che vi stanno seguendo.