Utente 136XXX
Ho 38 anni.Tutto è iniziato Sabato, dopo una gara di nuoto, con mal di gola e febbre. La febbre è durata un solo giorno e il mal di gola va via via attenuandosi. Ma da ieri sera ho avuto un brusco, quanto repentino calo di voce e stamani mi sono svegliato senza voce, con la sensazione di avere un pelo che mi solletica la gola e dolore (sopportabile) alla deglutizione. Mi sono recato dal medico ed ha inquadrato l'episodio in una non precisata "sindrome parainfluenzale". Ho allora cercato su internet e alla parola "afonia" e "raucedine" ho letto cose terrificanti. Premetto che non fumo e non bevo alcolici, se non un bicchiere di birra ogni tanto. Come posso fare per riavere la voce?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Personalmente, non vedo motivi di preoccupazione: sicuramente si tratta di una semplice laringite. Generalmente la terapia farmacologica consiste nell'aerosolterapia a base di cortisone e di lincomicina. E' sufficiente un aerosol algiorno per 5-6 giorni: Importante è anche parlare il meno possibile. Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 136XXX

Iscritto dal 2009
Dottor Brunori, la ringrazio del validissimo consiglio. La voce è tornata, non ancora al 100%, ma siamo sulla buona strada. L'unica cosa che ancora mi da un po' di fastidio è una sporadica tosse "laringea", specialmente quando alzo il collo o quando espiro velocemente l'aria. Sento, in questi casi, ancora un piccolo solletico nella laringe e lo stimolo a tossire. Oggi sono al secondo giorno di areosol. Per quanto riguarda l'uso della voce, purtroppo (visto il lavoro che faccio) parlare poco mi è impossibile. Comunque ho ripreso anche l'attività sportiva. Grazie ancora per il consiglio.
[#3] dopo  
Utente 136XXX

Iscritto dal 2009
Dopo una settimana mi sono ripreso bene. La voce è tornata OK e ho ripreso anche l'attività sportiva a pieno ritmo. Una cosa che non avevo detto e che mi aveva preoccupato alquanto era stato vedere, al mattino, durante la laringite, piccole striature di sangue sulla saliva, associate ad un forte pizzicore della gola. Questo fatto mi ha portato a farmi visitare dal mio medico (che è otorino) e mi ha guardato la gola dicendomi che questo era un sintomo della faringe infiammata. Il dottore, nonostante le mie richieste, non ha voluto farmi fare rx. Ora tutte le mattine raschio ripetutamente la gola per vedere se vedo piccolissime striature, ma per ora va bene. E' possibile che il sangue sia occulto nella saliva? Ed è possibile che la faringite/laringite acute causino un piccolissimo sanguinamento?. Grazie.











[#4] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sono molto contento per l'esito favorevole della terapia. Non vedo la necessità di una RX del torace. Non puo' esserci sangue occulto nella saliva ed è possibile che il tutto sia stato l'esito di un processo infiammatorio faringeo. Non vedo il motivo di raschiarsi la gola, anzi è controproducente! Un cordiale saluto
[#5] dopo  
Utente 136XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la risposta. Passato il mal di gola non ho più notato striature sulla saliva. Diciamo che sono un tipo molto impressionabile e spesso autoalimento le patologie fisiche (quali una faringite o un raffreddore) con comportamenti controproducenti, quali appunto il raschiare la gola solo per vedere se ci sono striature di sangue. Il mio medico mi conosce bene e evita di farmi fare esami inutili, costosi e potenzialmente pericolosi. Credo che fare il medico, con pazienti come me, non sia semplice. Comunque grazie sia per il consulto, sia per la sua attività gratuita al servizio della gente su queste pagine web.
[#6] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Ringrazio lei per la stima e la fiducia rivolteci. Il nostro lavoro è quello di ascoltare e, se possibile, di aiutare a risolvere i vostri problemi. Buona serata
[#7] dopo  
Utente 136XXX

Iscritto dal 2009
Dott. Brunori, ogni sintomatologia a carico della laringe è sparita. Però ho un altro problema di natura ORL. Stamani mi sono comparse sulla lingua delle piccole escrescenze sul dorso (sembrano papille in rilievo) e la lingua me la sento leggermente irritata. Premetto che per guarire dalla laringite ho fatto una settimana di flumicil areosol (terapia terminata da 5 giorni). Inoltre Venerdi sono andato dal dentista per fare una ricostruzione di un molare. Il dentista ci ha lavorato parecchio e tra anestesia locale ed altre sostanze, ho avuto per un giorno intero una bocca amarissima. Infine, sempre Venerdì, ho avuto un transitorio disturbo intestinale, passato subito. Ultima ipotesi, ho recentemente cambiato dentifricio e questo, quando lo utilizzo, mi fa un po' bruciare la bocca. Queste vescicolette, saranno una decina e presenti solo da metà lingua in giù, sono comparse dalla sera alla mattina, accompagnate da un modesto rossore della parte posteriore della lingua. Altri sintomi non ne ho, anzi in questi giorni di bel tempo mi sento particolarmente in forma. Ovviamente a parte i miei "malanni" sui quali mi fisso e che mi hanno portato in meno di un mese ad aver speso un sacco di soldi in visite specialistiche ORL, dalle quali non è emerso niente. Grazie per l'attenzione e per la disponibilità con cui affronta le problematiche che le sottoponiamo. A Luglio ho delle gare di nuoto a Roma...Quasi quasi la vengo a trovare.
[#8] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Quasi sicuramente si tratta di un processo infiammatorio della lingua . Per questo, con un po' di cortisone per via orale, riuscirà a risolvere il tutto. Se viene a Roma, mi farà piacere conoscerla: ci prenderemo un caffè.