Utente 892XXX
Buon giorno. Da alcuni giorni le mie extrasistoli sono aumentate e ne avverto alcune molto ravvicinate (3 o 4) e questo mi fa aumentare l'ansia perchè mi spaventano. Inoltre non faccio altro che fare respiri profondi e sbadigli.
Sono andato dal cardiologo il quale mi ha sottoposto a ecg ed eco e durante ques'ultimo esame ha visto un' extrasistole sopraventricolare.
Un anno e mezzo fa lo stesso medico mi riscontrò un lieve rigurgito mitralico e con questo nuovo esame ha scritto sul referto che ho anche un lieve prolasso mitalico. Mi ha chiesto se le extrasistole erano insopportabili ed io ho detto di no che erano fastidiose solo quando si presentavano molto ravvicinate.
Mi ha detto che in base all'holter fatto 1 anno e mezzo fa e all'ecg sotto sforzo non c'è da preoccuparsi. Le extrasistoli ha detto che sono di tipo ansioso e non sono provocate dal prolasso e mi ha detto di prendere al bisogno un po' di alprazolam.
Quello che vorrei chiedere al vostro staff è se questo lieve prolasso mitralico vada tenuto sotto controllo costantemente e se sia un problema che andando avanti può degenerare. Il fatto di avere 3 - 4 extrasistole molto vicine tra di loro può essere pericoloso? Posso fare sforzi e fare sport?
Grazie nuovanente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
in base alla mole di consulti richiesti, si deve convenire che le sue extrasistoli risentino certamente di uno stato ansioso già riconosciutole dal collega. Utile la terapia ansiolitica. Il lieve prolasso riscontratole va controllato mediante un esame ecocardiografico almeno ogni 2-3 anni. Ottima la decisione di fare dello sport.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 892XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la sua risposta Dottore.
Quello che mi fa un pò di paura è quando le extrasistoli si presentano molto ravvicinate tra di loro. Si presentano sottoforma di attachi nel senso che per l'intera giornata magari non ho sentito nulla mentre poi all'improvviso mentre me ne stò rilassato si presentano a raffica e durano qualche minuto. Questo sicuramente mi provoca ansia e paura e temo che quell'attaco potrebbe essere qualche cosa di pericoloso. Queste extra. ravvinate non sono state mai registrate durante l'holter.
Il fatto del prolasso può generare un'infarto?
Grazie