Utente 150XXX
Salve prof.vorrei chiedere un consulto
Ho mio fratello che in passato ha avuto un episodio di sincope ha 30 anni ora ha paura che gli possa venire un infarto ha fatto vari esami ecg-ecg da sforzo eolter volevo chiederle esiste un esame meno invasivo della TAC coronarica dove si possono verificare problemi al cuore,arterie e coronarie?e antcipare nel caso ci siano problemi il rischio di infarto?grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,
il rischio di un evento ischemico cardiaco deve essere necessariamente valutato dallo specialista cardiologo, che indirizza poi il paziente verso l'esecuzione degli esami che ritiene eventualmente necessari al singolo caso.
Nel caso di Suo fratello, se all'atto degli esami cardiologici già eseguiti non è stata segnalata necessità di ulteriori approfondimenti, non è certo il caso di procedere oltre di propria iniziativa.
In ogni caso, la sincope non è fra i sintomi più frequenti di esordio di cardiopatia ischemica, comunque estremamente improbabile a trenta anni di età.
Infine, la TAC coronarica non è un esame "invasivo" in senso stretto (forse Lei intendeva dire coronarografia), ma espone il paziente ad una gran quantità di radiazioni e va eseguita solo su prescrizione specialistica in casi abbastanza selezionati.
Cordiali saluti