Utente 117XXX
Gentili dottori,
circa un paio di settimane fa ho eseguito un tampone cervico-vaginale in seguito a un pap test che aveva dato come esito: "Alterazioni morfologiche reattive ad infiammazione di origine non specificabile". Premetto, inoltre, che da circa un anno ho delle leggere perdite ematiche circa una settimana prima dell'inizio del ciclo (prendo la pillola Gracial da 4 anni ma non mi era mai successo).
I risultati del tampone sono:

Ricerca miceti (esame colturale): Negativa
Ricerca Chlamydia trachomatis (PCR): Negativa
Ricerca Micoplasmi (esame colturale): Negativa
Ricerca Trichomonas vaginalis (esame microscopico): Negativa
Ricerca microorganismi Aerobi (esame colturale): Dismicrobismo vaginale

Esame microscopico a fresco
Flora lattobacillare: Scarsa
Leucociti: < 10 p.c.
Vaginosi batterica (secondo i criteri di Amsel): assente

In attesa di recarmi dal mio medico curante (purtroppo per motivi di studio su settimana sono impegnata in un'altra città), cosa mi consigliate per ristabilire la flora vaginale? Inoltre il dismicrobismo può essere collegato allo spotting?
Vi ringrazio.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le consiglio di ripostare la sua richiesta in specialità GINECOLOGIA
[#2] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio, seguirò il suo consiglio (anche se speravo che bastasse una "semplice" assunzione di fermenti lattici per qualche giorno).