Utente 317XXX
Gentili dottori,
mi chiamo Martina e ho 18 anni,sono alta 158cm e peso 45 kg.
Stò passando un periodo bruttissimo.
Tutto è iniziato qualche mese fa,quando ho iniziato ad avvertire tachicardie sempre più frequenti,accompagnate da un senso di pesantezza a livello del torace e difficoltà respiratoria.
Premetto di aver avuto qualche volta qualche attacco di panico.
Una sera di quattro mesi fa,dopo aver consumato marijuana ho avuto una violenta tachicardia accompagnata da un fastidio al braccio e alla spalla sx,con parestesie al braccio sinistro.
Da quella sera non ho più fatto uso di marijuana,ma i fastidi sono rimasti.Tachicardie,dolori al braccio,strane sensazioni di tonfo al cuore,difficoltà a respirare bene.
Su consiglio del mio medico di famiglia ho fatto analisi del sangue,compresi dosaggi tiroidei ed ecografia tiroidea,emocromo completo,Ves,pcr,reuma test.Tutto è risultato nella norma,niente di cui allarmarsi,solo la bilirubina alta che da sempre riscontro nelle analisi,con transaminasi nella norma(diagnosi sindrome di Gilbert).
Ho fatto così una visita cardiologica,con ECG ed ecocardiogramma.
ECG:ritmo sinusale regolare leggermente tachicardico (110 bmp)
Ecocardiogramma:Piccolo prolasso del lembo anteriore della valvola mitrale con lieve insufficienza valvolare.
Il cardiologo mi ha consigliato la profilassi antibiotica in circostanze di interventi chirurgici,non mi ha prescritto farmaci,dicendo che i miei dolori puntori e i miei fastidi sono generati dall'ansia.Mi ha dato appuntamento all'anno prossimo per un controllo."Sono una ragazza sana con un pò di nervoso".
Io continuo a stare male,mi fa male il braccio,il polso,la spalla e il dolore è anche nella corrispondente regione retrosternale,è come un dolore circolatorio,come se il sangue facesse fatica a scorrere.Avverto come delle fascicolazioni sotto l'ascella quando alzo il braccio e non appena compio questo gesto il battito cardiaco aumenta ed è come se queste fascicolazioni comparissero anche sotto la costola.Ho dei dolori puntori nel petto a sinistra,parestesie al braccio sinistro,tonfi al cuore.
Ho paura che possa succedermi qualcosa,anche se a detta del cardiologo il prolasso della mitrale non è niente di grave e questi disturbi sono io a crearmeli.Io non ce la faccio più,vorrei che tutto questo finisse esattamente come è cominciato.In famiglia nessuno mi prende sul serio,poichè i medici hanno rassicurato tutti.
Ho eseguito anche Rx cervicale,il risultato è:Scomparsa della fisiologica lordosi.Lieve cifosi in corrispondenza di C6 e C7.Ho scoliosi dorso lombare trattata con corsetto in gesso all'età di 13 anni.Ho abbandonato da molti anni(incoscientemente)il corsetto di mantenimento.Mi hanno detto che ho una POSTURA DA CHIUSURA,con le spalle in avanti,e dormendo molto male,questo può comprimere il plesso brachiale scatenando questi fastidi.
Vi ho dato tutte le informazioni di cui dispongo.
Non ho infezioni in corso.Esame del sangue e delle urine OK.
Vi prego,datemi dei consigli.
Vi ringrazio in anticipo e vi faccio i complimenti per il servizio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Ah Martì - scusa il tu - per essere una diciottenne parli come un dottore stampato :-)

I miei commenti personali (non sono specialista di niente dei tuoi problemi) sono i seguenti:

1) quando uno fa lamentele cosi' precise, circostanziate e -nel complesso, e dal contesto- credibili, non trovo prudente liquidarle come forme ansiose, da suggestione, e via psichicizzando. Qualcosa, verosimilmente, c'e', ma: cosa?

2) d'altra parte, e a meno di entita' patologiche del tutto inconsuete, se anche a fronte di sintomi precisi e riproducibili non si documenta nulla di oggettivamente grave, allora quello che rimane, qualunque cosa sia, dovrebbe essere non-grave.

per la tachicardia, la postura ecc. io intraprenderei o intensificherei una pratica sportiva di resistenza (mezzofondo, ciclismo, nuoto).

P. Bianchi


[#2] dopo  
Utente 317XXX

Iscritto dal 2007
qualcosa verosimilmente,c'è,ma che cosa?
vorrei tanto trovare questo qualcosa...
la ringrazio molto per i suoi consigli.


[#3] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
...se cerchi bene qualche cosa alla fine lo trovi.....
In realtà il prolasso mitralico può dare dei dolori toracici e inoltre anche la cervicale e la perdita della fisiologica lordosi può essere responsabile di algie toraciche diffuse...
A mio parere non mi preoccuperei eccessivamente dei sintomi che accusa e eviti di farsi le canne....quelle qualche disturbo possono darlo.

GMAD