Utente 102XXX
Salve, ho 22 anni. Maschio. Generalmente sano.
E' da qualche tempo che ho sul viso delle chiazze di pelle prima rossa poi secca e poi si presenta un leggero ispessimento.
Prima al centro della fronte, poi sul lato destro e infine mi si e' presentato lo stesso sintomo vicino la bocca in posizione medi-latera rispetto al naso.
Ho chiamato il dermatologo, mi sono fatto visitare. Mi ha prescritto una assurda cura antimicotica. Diflucan 100, un sapone puzzolente allo zolfo e pevaryl schiuma.
Tutto cio' nn ha cambiato niente oltre che farmi puzzare di uovo marcio per 10 giorni.

Ora l'ho richiamato. Ho un altro appuntamento. Mi sto mettendo del corstisone per il momento perche' andare all'universita' in questo stato da lebroso mi sembra poco dignitoso. Il problema e' che neanche il cortisone riesce a far passare qualcosa.
Inoltre la pelle secca mi si e' presentata anche nella zona peninea. E mi prude la zona anale. Ma tutto cio' e' a conoscenza del mio dermatologo.

Volevo sapere. Dato che sicuramente non un male micotico, puo' essere batterico?
Poi tutto questo Bebdiddio che sto prendendo, non mi fa male?
Credo che ora passero' alla terapia antibatterica e quindi credo che prendero' gentalyn ed eritrocina o cose del genere, dopo 10 giorni di antimicotico.

Il mio medico secondo voi non mi sta impallinando??(credo mi abbia curato per la dermatite seborroica)
Si puo' cambiare così la terapia?
Non e' il caso di andare al centro dermatologico a Roma?

Alla fine, schiettamente, C'aggia' fa'?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
non capisco la scarsa fiducia nel suo dermatologo: se lei ritiene di doversi curare da solo, perchè mai perdere tempo e denaro con uno specialista?
In realtà bisogna stare tranquilli e non fare cure fai da te cvhe portano a guai ben maggiori: se non si fida dello specialista in questione lo cambi, piuttosto ma, per favore, smetta di pasticciarsi il viso con quel che lei ritiene vada bene. Peraltro, da come l'ha descritta, potrebbe essere sì una dermatite seborroica. Certo, non l'abbiamo mai vista. La terapia della Dermatite seborroica può essere anche con antimicotico, anzi, lo è spesso, usato in varie forme.

Pazienti e segua i consigli che le ho dato.
Poi, se vuole, ci faccia sapere.

Saluti

Mocci
[#2] dopo  
Dr.ssa Fabiana Riccardi
20% attività
4% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2009
Buona sera
Dalla sua descrizione non è facile giungere ad una diagnosi; l'aspetto delle lesioni descritte a carico del viso fa pensare ad una dermatite seborroica; il trattamento deve essere effettuato per almeno 4 settimane con prodotti specifici e l'applicazione del cortisonico puro non è consigliata perché allo sospensione dello stesso, dopo l'iniziale fase di miglioramento (che nel suo caso non c'è ma probabilmente perché la cute è fortemente irritata), si assiste ad una ripresa della patologia, spesso più intensa. Il problema genitale - perineale cui accenna va valutato clinicamente. Non posso discutere della terapia e della diagnosi già posta da altro collega, ma modifcare continuamente il trattamento (antifungino? antibatterico?) non fa altro che alterare l'aspetto clinico delle lesioni e rendere più complessa la diagnosi. Le suggerisco di parlarne con lo specialista mostrandogli i suoi dubbi serenamente in modo tale da rivalutare tutto il quadro clinico
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Preferendo non cogliere alcune insinuazioni date con superficialita', continuo a descrivere la mia storia recente.

Ieri sono andato all'Idi di Roma.
Il dermatologo ha detto che ho un Eczema atopico.
Mi ha prescritto un idratante ed gentalyn. Piu' una crema protettiva per evitare che si creino delle macchie.

Non mi ha visitato il resto del corpo, ma solo il viso.
Io l'ho informato che le spellature le avevo in altre parti del corpo ma mi ha detto che e' normale.

Quindi. E' possibile che lo stesso eczema che ho sul viso sia anche sul pene e nelle altre parti suddette?

Se si. Come faccio a mettermi gentalyn su tutte queste parti?
[#4] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
Preferendo non cogliere alcune insinuazioni fatte, continuo a risponderle con coscienza:
Non c'è motivo di mettere in dubbio la diagnosi del collega che l'ha visitata, perchè noi non l'abbiamo fatto
Se le ha diagnosticato una dermatite atopica avrà i suoi motivi e se le ha dato la terapia che le ha dato, l'avrà fatto grazie alla propria professionalità, immagino. Dia fiducia al medico e facia la cura che le è stata consigliata, su tutte le parti della sua cute affette dalla patologia in oggetto, poi faccia il suo controllo per tirare le somme col suop terapeuta: diversamente continuerà a brancolare nel buio nè risolvendo il suo problema cutaneo ( e me ne dispiacerebbe) nè mettendo il suo terapeuta, o quanti altri dovessero prendere il suo posto, nelle migliori condizioni per svolgere il propriolavoro.
Per il resto, tenga conto che i nostri sono e rimangono solamente consigli di tipo generale, ma non se ne abbia se esprimiamo idee che non coincidono con le sue. Davvero cari saluti

Mocci
[#5] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Allora,
sono tornato dal dermatologo dopo una settimana di terapia perche' i sintomi in faccia e nella zona pubica sono aumenteti tentissimo.

Il pene si e' riempito di spellature che si sono diffuse allo scroto. E' aumentato il prurito tra le gambe.
Inoltre ho avuto una grandissima sofferenza sabato con il sudore provocato dalla partitella di pallone.

In faccia oltre le zone medio frontale, ora anche palpebre, angoli mediali degli occhi e ci sono due line rosse che scendono sul viso come fossero linee di lacrima.

Quindi nel fine settimana ho utilizzato del Canesten in pomata.
Gli effetti sono questi: le zone che prima erano spellate si sono seccate con una sottile pellicola superficiale. Per esempio sullo scroto ho trovato stamattina una spellatura come quella post abbronzatura.

Ma sembra che il tutto si stia risolvendo con questa nuova terapia. Il rossore in faccie e' diminuito moltissimo anche se sugli occhi mi sta facendo impazzire il prurito e la sensazione di secchezza che tira la pelle.

Pero' mi e' stato detto che questo tipo di patologia si cronicizza facilmente e quindi e' probabile che dovro' sottopormi a terapie come questa anche piu' volte nello stesso anno.

Ora io ho 22 anni e sinceramente il fatto che possa svegliarmi improvvisamente con la faccia da lebbroso mi spaventa e mi avvilisce.
Non c'e' un modo per prevenire queste situazioni?

vi ringrazio per i consigli che mi avete dato nei giorni addietro.



Lo stesso dermatologo mi ha detto che nel caso non passi nell'arco dei prossimi giorni o nel caso in cui non ci sia un netto miglioramento si dovra' aggiungere alla terapia del diflucan 100.