Utente 132XXX
Buongiorno! Ho bisogno di un parere sincero e di un pò di chiarezza!
Il mio bambino è nato a termine ma è vissuto solo 9 giorni; a inizio gravidanza era stato riscontrato un igroma cistico di 5.4 mm poi riassorbito; villocentesi 46xy e ecocardio perfetti! Arriviamo alla nascita convinti che vada tutto bene anche se (non creduta) erano 2 mesi che dicevo di non sentirlo muovere; è nato con un nodo nel cordone, non era cresciuto dalla 32 settimana,era pieno di liquido amniotico nei polmoni, non si muoveva e manteneva la posizione "contratta" che aveva nella pancia, era ipotonico e soprattutto non respirava autonomamente.
Tutti gli esami erano ok quindi è stata esclusa qualsiasi malformazione e hanno escluso anche la sofferenza fetale.
Hanno fatto anche gli esami per le malattie genetiche che sospettavano ed erano ok.
Purtroppo le molte esperienze che ho letto riguardo all'igroma cistico sono finite con aborti terapeutici e senza sapere poi i reali motivi dell'igroma; esperienze come la mia nn ne ho trovate...
Ho girato tanti medici e tanti ospedali ma ancora nessuno sa dirmi cosa possa essere successo...
Devo davvero scartare l'ipotesi della sofferenza fetale?
Se gli esami genetici sono risultati negativi cosa devo pensare? Noi malattie genetiche non ne abbiamo in famiglia... Se riprovassimo ad avere un figlio il 25% di probabilità che ricapiti (come nelle più comuni malattie genetiche) è un calcolo "reale"??
Vorrei riprovare da subito ad avere un figlio ma senza risposte come si fa??
Grazie in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se non dovesse ricevere risposte in questa sezione provi a ripostare in specialità GINECOLOGIA