Utente 157XXX
Sono una donna di 37 anni e mi è stata diagnosticata una tiroidite cronica di hashimoto in atto eutiroidismo.Quasi contemporaneamente avendo avuto problemi di stomaco, eseguendo dei controlli mi è stata riscontrata dopo la colonscopia con istologico una colite attiva focale (colite aspecifica dipendente dalla mia malattia autoimmune ossia i miei anticorpi hanno aggredito sia la mia tiroide che il mio intestino).Vorrei sapere cosa devo ancora aspettarmi?Non c'è un modo per controllare i miei anticorpi?adesso sto seguendo una terapia a base di mesalazine per tre mesi poi si vedrà...........Dalla colite il medico mi ha detto che posso guarire è vero?Potete darmi dei consigli?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile signora,
quella di una forma autoimmune di colite è probabilmente un'ipotesi fatta dai colleghi enterologi considerando la presenza di un'altra, accertata, patologia autoimmune. Non mi dilungo sul discorso degli anticorpi: le cose non stanno esattamente così come ha detto, ma è un buon modo per spiegare che secondo tale ipotesi potrebbe esistere in qualche modo un nesso tra tiroidite e colite.
Non ci sono altri consigli da dare se non di seguire le due malattie separatamente con i due relativi specialisti (endocrinologo per la tiroide, gastroenterologo per la colite).
Per quanto riguarda la l'eventuale guarigione dalla colite, esiste senz'altro questa possibilità (la causa del problema non è nota) ma non saprei darLe un dato di probabilità (dovrebbe chiedere all'enterologo, che tratta il problema specifico quotidianamente).
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la risposta,sto provvedendo ad un nuovo consulto per l'endocrinologo,poi inseguito uno per il gastroenterolgo.Spero di riuscire a risolvere questi problemi al più presto .grazie nuovamente a presto.