Utente 828XXX
Salve dott.
ho diverse richieste che le devo fare. Mille sono le informazioni su come combattere la cellulite ma queste spesso sono contrastanti fra loro. Devo ammettere che ho fatto il ciclo intero di mesoterapia, ma senza acun risultato!
Prima questione: quali sono le analisi mediche per poter diagnosticare la cellulite (es. Termografia, ecc..)?
Seconda questione: una volta che si sa la gravità e lo stato di questa patologia cosa bisogna fare? (Per esempio: i fanghi che si comprano al supermercato o in erboristeria, servono? Le creme? Bisogna fare dei massaggi? Che tipo di massaggi? Quante sedute a settimana? Che tipo di attività fisica previlegiare? Ci sono dei cibi da eliminare o da preferire?)
Ultima questione: la Liposuzione è indicata a tutte le donne? Ci sono delle "controindicazioni"? Quali sono?
Credo che su questa questione bisogna fare chiarezza, perché mille sono i "filoni" medici, ma noi "utenti" non possediamo tutte le informazioni utili per poter scegliere! Questo ce lo insegna l'economia sanitaria quando si riferisce all'Informazione Imperfetta!
La ringrazio

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Gianluca Russo
20% attività
0% attualità
0% socialità
SANTA MARIA CAPUA VETERE (CE)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,
come ho spiegato altre volte, la cosiddetta cellulite, definita come pannicolopatia edematofibrosclerotica (PEFS), è un inestetismo caratterizzato da ristagno di liquidi nei tessuti conseguente ad una alterazione della circolazione sanguigna e linfatica, a cui può associarsi o meno il sovrappeso. Per un’appropriata diagnosi e per impostare un adeguato programma preventivo e poi correttivo, è necessario procedere ad una valutazione posturale, angiologica ed ecografica dell’ipoderma. Per quanto riguarda le possibilità terapeutiche, quelle che ad oggi hanno dimostrato maggiore efficacia sono la mesoterapia , il drenaggio linfatico manuale o meccanico, LPG e la Radiofrequenza non ablativa.
Tutte queste metodiche solitamente prevedono un ciclo di terapia a cadenza settimanale e sarebbe opportuno associarle ad una passeggiata giornaliera di almeno 45 min. Per quanto riguarda le creme o i fanghi a cui lei faceva riferimento possono servire ad integrazione del trattamento medico.
Suluti