Utente 158XXX
Salve,

Il mio ragazzo ha scoperto verso i 23 anni di soffrire di azzospermia ostruttiva.

Con un esame specifico hanno visto che gli spermatozoi sono presenti anche se in poche quantità.
Ora ha 30 anni, voelvo sapere se con questa azzospermia ostruttiva c'è il rischio di sterilità con il passare del tempo.


Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signorina,
la azoospermia significa completa assenza di spermatozoi nell' eiaculato. Pertanto è una condizone che indica sterilità maschile. Se quedsta diagnosi è stata fatta il suo fidanzato non può indurre gravidanze. La azoospermia ostruttiva significa che le vie di uscite degòli spermatozi sono chiuse. Questo può avvenire per due motivi: assenza congenita delle vie stesse oppure infiammazioni. Per avere figli il più delle volte bisogna aprire chiryurgicamente i testicoli, estrarre spermatozoi ed utilizzarli per fecondazione assistita. Raramente si possono riaprire chirgica mente le vie seminali
Non capisco la sua frase: Con un esame specifico hanno visto che gli spermatozoi sono presenti anche se in poche quantità.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Cavallini che mi ha preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema riproduttivo, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/195-azoospermia-spermatozoi.html .

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Mi sono spiegata male.

So che questo problema determina la necessità di una fecondazione assistita in caso volessi avere figli.

Volevo sapere se questo problema influisce sul numero degli spermatozoi, ovvero se con il passare del tempo, potrebbe esserci il rischio di sterilità assoluta, quindi nn solo di ostruzione ma anche di mancanza totale di spermatozoi, o se invece l'ostruzione rimane il solo problema e gli spermatozoi anche se pochi rimangono.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,

allora non è una azoospermia ma una criptozoospermia, cioè ci sono pochissimi spermatozoi nel liquido seminale .

Se fossi in voi ora sentirei in diretta un andrologo, esperto in patologia della riproduzione umana, per capire esattamente quale è la causa di questo grave problema a livello del liquido seminale del suo compagno e poi eventualmente, anche su consiglio dell'andrologo e se possibile, procedere a delle criconservazioni ripetute degli spermatozoi ora presenti.

Le ricordo infatti che spesso una criptozoospermia per varie cause si può trasformare nel tempo in una azoospermia, cioè un'assenza totale di spermatozoi!

Un cordiale saluto.

[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara giovane lettrice,

le sue preoccupazioni sono assolutamente lecite.ùDirei di far vedere il suo uomo ad uno specialista.
A Messina o a Catania ( andrologia della Urologia) ne potrà trovare di validi e capaci di guidarvi alla ricera della desiderata gravidanza
qualche informazione su www.andrologia.lazio.it
cari saluti
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Se è ostruttiva serve fecondazione assistitita. Meglio sempre prelevare appena possibile spermatozi e congelarli. E' regola.
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,

comunque, rifatta la valutazione andrologica a suo marito, ci tenga poi aggiornati sulle conclusioni diagnostiche e sulle indicazioni terapeutiche che vi saranno date.

Ancora un cordiale saluto.