Utente 158XXX
Buongiorno, ho 28 anni.
In seguito a dolori (con risalita del dolore verso l'inguine) e senso di fastidio al testicolo sinistro ho eseguito ecocolordoppler.
Risultato varicocele di 2°- 3° grado al testicolo sx ("inversione flusso durante quasi tutta la manovra di Valsalva"). Consigliato spermiogramma.
Volevo chiedervi se il varicocele possa paggiorare a causa della contrazione dei muscoli addominali. Mi sono infatti accorto che molto spesso in posizione eretta tendo a contrarre i muscoli e non so se questo possa in quanche modo influire negativamente.
Dalla visita è emerso che ho ipermobilità testicolare. Il testicolo sx è molo più basso rispetto al dx e, da dopo la visita, mi pare che la sua mobilità sia aumentata. Mi è capitato raramente (qualche episodio sporadico negli anni) che il testicolo risalisse verso l'inguine, ma manualmente sono sempre riuscito a riportarlo in sede senza dolori o fastidi. Mi preoccupa di più il fatto che (me ne accorgo ora che so, ma forse è sempre successo) il testicolo sx, sdraiandomi sul lato destro, "scavallasse" la base del pene (spero sia chiaro) posizionandosi "dall'altra parte".
Vorrei chiedere a voi se stare tranquillo e monitorare la situazione da me o rivolgermi nuovamente al dottore. Cosa potrebbe comportare? Da quel che ho letto l'operazione di fissazione del testicolo non è proprio una sciocchezza..vorrei evitare operazioni se non strettamente necessarie.
Ho la sensazione che in seguito alla visita e alla palpazione, il testicolo sx si muova di più, sia sceso più in basso rispetto a prima. Potrebbe essere possibile?
Vi ringrazio e saluto cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la risalita del testicolo in addome e' un fenomeno frequente che,non necessariamente,esprime un momento patologico.Va considerata,quindi,normale e dovuta al riflesso del muscolo cremastere che
si contrae a seguito di condizioni quali lo stress,l'erezione,il freddo etc.
Esegua uno spemiogramma,a questo punto,necessario data la presenza di un varicocele.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottore,
la ringrazio per la celere risposta.
Vorrei aprofittare della sua pazienza per chiederle risposte rispetto ai dubbi espressi nel precedente post.

Può il varicocele peggiorare con una contrazione continua dei muscoli addominali? Si possono praticare sport (ad es. palestra) con un varicocele di 2°-3° grado come nel mio caso?

Per l'ipermobilità dei testicoli mi pare di capire di poter stare tranquillo. Il mio unico dubbio sta nl fatto che a scroto rilassato i testicoli, il sx in particolar modo, hanno molta mobilità e, a volte, si trovano in posizioni non del tutto normali (mi capita che da sdraiato sul fianco destro il testicolo sx "navighi" al'interno dello scroto fino a trovarsi quasi dalla parte dx). Mi capita anche che in posizione supina avverta una sorta di dolore lieve/fastidio al testicolo sx, che sembra sciolare verso il basso.

Mi aguro di non averla disturbata oltremodo.

Sicuro di una sua gentile risposta, la ringrazio e saluto cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

tutte le volte in cui si fa diagnosi di varicocele si consiglia di non praticare sport violenti o che possano determinare importanti contrazioni addominali ( sollevamento pesi, flessioni addominali...) anche se la comparsa del varicocele è più dovuta ad una "debolezza" congenita del tessuto venoso che non alle contrazioni addominali.
Per la motilità testicolare, se le è possibile gestire il fenomeno con semplici manovre manuali e di posizione eviti la fissazione chirurgica che è sempre un traumatismo per il testicolo.
Altri andrologi hanno opinioni diverse.....
cari saluti
[#4] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Buonasera,
vi ringrazio per le esaurienti risposte che mi avete dato.

Mi permetto di disturbarvi nuovamente poichè da stamattina provo un senso di fastidio misto a dolore al testicolo sx, che si è poi spostato per un brevissimo lasso di tempo al testicolo dx, per poi tornare in maniera più acuta al sx.

Svolgo un lavoro prevalentemente sedentario, porto slip non stretti ma aderenti e jeans di normale vestibilità.

Ho provato a cambiare posizione più volte e il dolore si è attenuato avanzando la mia posizione sulla sedia, facendo in modo che i testicoli non appoggiassero più sulla seduta. Ero praticamente in punta.

Premetto che settimana scorsa ho avuto un forte raffreddore, con un accenno di febbre i primi giorni (37.5), tosse, senso di spossatezza (non una vera e propria nausea) e per 2/3 giorni provavo dolore nella parte alta della schiena, appena sopra i reni (credo) nel momento in cui inspiravo profondamente.

Il medico di base mi ha visitato e dato antibiotico (abbastanza forte, il senso di nausea presumo fosse dato da quest'ultimo).

Il problema è che oggi, palpando i testicoli per tentare di capire il motivo del dolore, ho sentito una sorta di piccola ciste nella parte retrostante del testicolo sx. Toccandola, sembrava "fluttuare" e spostarsi.

Ora, senza voler essere catastrofico, ho parlato col medico di base che ha escluso qualsivoglia patologia, considerato il fatto che non più di 4 giorni fa ho fatto un ecodoppler che ha riscontrato il solo varicocele al testicolo sx.

Il varicocele, da ignorante in materia, mi pare di riconoscerlo sotto forma di una sacca di vermicelli.

La pallina non mi pare sia lì per lo stesso motivo.

Ho insistito perchè mi facesse la richiesta per una visita specialistica. Vorrei capire da voi se accorciare i tempi e preoccuparmi (potrebbe essere sfuggito qualcosa durante l'eco?), o se stare tranquillo e fissare la visita con un pò più di calma.

La cosa mi preoccupa e, sinceramente, vorrei avere un vostro parere, seppur basato sulle mie sole informazioni.

Vi ringrazio e saluto cordialmente.
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...se l'ecodoppler esclude la presenza di una cisti,e' difficile che la stessa sia presente...Comunque,esegua uno spermiogramma di controllo.Cordialita'.