Utente 158XXX
Gentilissimi Signori medici,chiedo un vostro consulto da parte di mia mamma,
donna di 73 anni alta 160 kg 80 circa, con tre ictus alle spalle ed è allergica al liquido di contrasto. con cardiopatia ipertensiva con funzione sistolica conservata,è stato riscontrato aneurisma aorta ascendente (55mm)
ECG: tachicardia sinusale (100 bpm)Emiblocco sinistro anteriore.
esame fisico PAO 150/80 mmHg FC 86 bpm; soffio sistolico eiettivo e diastolico
sul focolaio aortico,non stasi polmonare.
facendo esame ecodoppler TSA ispessimento intimale lungo entrambi gli assi
carotidei con buona velocita di flusso, da segnalare un kinking della carotide
comune prossimale di sinistra con lieve aumento della velocita di flusso a livello delle curvature, buona la velocità di flusso di verterbrali e succlavie
ecocardiografico: ventricolo sinistro di dimensioni normali con spessore di parete aumentato EF 60%. non alterazione di cinesi segmentaria.atrio sinistro
lievemente dilatato (20 cm"). aorta dilatata a livello valvolare (40 mm).
aneurismatica nel suo tratto ascendente (55 mm). a livello dell'arco misura 38mm
semilunari aortiche ispessite. lembi valvolari mitralici lievemente ispessiti.
cavita destre nei limiti. doppler: flusso trans mitralico da alterato rilasciamento, insufficenza mitralica lieve-moderata.V max in aorta 2.2 m/sec,
insufficente aortica moderata; insufficenza tricuspidale moderata PAPs 50mmHG
E stato consigliato interverto a tempi medio-brevi.
ma purtroppo non è finita, e stata riscontrata una leucemia linfatica cronica stadio c di Binet, anemia emolica autoimmune,polmonite lobare da agente imprecisato, è stata sottoposta a terapia schema immunochemioterapico R CVP
concludo la mia domanda è potrà affrontare l'intervento?, puo viaggiare in aereo se decido di portarla a milano dove abito, adesso e in cura a palermo.
grazie in anticipo per le eventuali risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
nessuna controindicazione a viaggiare in aereo; il problema è capire se è possibile affrontare l'intervento cardiochirurgico data la presenza di malattia leucemica.
Il mio consiglio, dato che l'intervento non è da fare in urgenza, è di proseguire con la terapia impostata dall'ematologo (per la leucemia linfatica) e del pmeumologo (per l'infezione polmonare) e rimandare l'intervento una volta risolte queste patologie.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Egr. Dott. bardi,
Grazie per l'attenzione che ha riservato al mio post. Vorrei porre ancora due domande, lei dice l'intervento non è da fare in urgenza (ed io qui tiro un sospiro di sollievo,)ma i medici volevano farlo subito, praticamente tra una chemio e l'altra dicendo che il rischio era molto alto, ma mia mamma dopo 16 giorni di ospedale era molto provata, ed a preferito rimandare a dopo la seconda chemio, ma con l'angoscia che in questo lasso di tempo, possa succederle qualcosa.
premetto che non è stata vista ne visitata dal pneumologo
1) questo pericolo è realmente cosi alto?
2) essendo allergica al liquido di contrasto, potrebbe avere problemi con l'anestesia (non è mai stata anestizzata totalmente.
grazie e scusi per le domande da profano.
cordiali saluti.
[#3] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
non c'è indicazione ad essere operati in urgenza. l'allergia al mezzo di contrasto non ha attinenza con eventuali intolleranze ai farmaci della sedazione.
state tranquilli e faccia operare la signora solo una volta che si sia completamente ristabilizzata
[#4] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
grazie mille per le sue risposte,siamo un po più sereni e seguiremo i suoi consigli
cordiali saluti,maurizio.