Registrati | Recupera password
0/0

Possibile contagio epatite b con saliva

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010

    Possibile contagio epatite b con saliva

    Buongiorno, vorrei un parere sulla possibilità di aver contratto l'epatite b in seguito ad un incontro con una ragazza di cui non conosco lo stato di salute, con la quale non vi è stato nè scambio di baci nè un rapporto di penetrazione. Lei mi ha masturbato e prima di cominciare si è inumidita un dito con la saliva e lo ha passato sul glande.... vivo da quasi un mese in un grande stato di ansia a causa di questo episodio, anche perchè ho sempre fatto moltissima attenzione a queste situazioni e ora mi terrorizza l'idea di aver potuto mettere a rischio la mia salute per una cosa così "leggera".... Ho letto su internet che il virus è stato isolato nella saliva, ma i pareri sull'effettiva contagiosità di questa sono molto discordanti... Inoltre è vero che nel 95% dei casi di epatite b si guarisce spontaneamente senza che tale virus lasci segnali nel proprio fisico? io sono un uomo di 38 anni e ho sempre goduto di ottima salute, posso pensare che nel caso il virus sia entrato in contatto con il mio corpo, lo stesso lo possa con buone possibilità combattere e avere la meglio? Vi prego di rispondermi il prima possibile.... grazie



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 1279 Medico specialista in: Medicina legale e delle assicurazioni
    Igiene e medicina preventiva

    Risponde dal
    2009
    Gentile Signore,

    il virus dell'epatite B non si trasmette tramite la saliva, ma solo tramite sangue infetto.
    Le modalità più frequenti di contagio sono rappresentati da strumenti chirurgici infetti (aghi usati di siringhe di tossicodipendenti, arnesi per tatuaggi e piercing, strumenti chirurgici non adeguatamente sottoposti a sterilizzazione.
    E' possibile un contagio anche tramite rapporto sessuale pene-vagina e pene-ano, ma non orogenitale.

    Ad ogni buon conto, esiste una efficace vaccinazione contro questo virus, peraltro sicura perché fatta tramite una particella virale ottenuta sinteticamente mediante ingegneria genetica.
    Faccia un esame (prelievo di sangue) per dosare il suo titolo anticorpale (HBsAb); se negativo o insufficiente, niente di meglio che vaccinarsi.

    La saliva può trasmettere altre malattie sessuali, come il papilloma virus, la gonorrea, la sifilide più raramente, eccetera.

    Cordiali saluti.


    Mario Corcelli, MD
    Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
    http://www.medico-legale.it

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    La ringrazio molto dottore, ovviamente la Sua risposta mi tranquillizza, anche se leggendo su internet sembrerebbe che anche il contatto con la saliva possa trasmettere il virus... Sicuramente farò un esame del sangue per dosare il titolo anticorporale e farò il vaccino....
    Un ultima domanda, in questo periodo, credo a causa del pensiero fisso che mi accompagna durante l'intera giornata, mi sembra di avere fastidio proprio nella zona del fegato e noto un fastidio muscolare nelle gambe sopra le ginocchia e all'altezza dei muscoli tricipiti nelle braccia, può derivare dalla tensione che ho?
    Cordiali saluti



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 1279 Medico specialista in: Medicina legale e delle assicurazioni
    Igiene e medicina preventiva

    Risponde dal
    2009
    " leggendo su internet sembrerebbe che anche il contatto con la saliva possa trasmettere il virus "
    purtroppo su internet si legge di tutto di più

    certamente può essere la tensione

    Cordiali saluti


    Mario Corcelli, MD
    Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
    http://www.medico-legale.it

  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    La ringrazio molto Dott. Corcelli è stato gentilissimo...

    Cordiali saluti



  6. #6
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    Buongiorno Dottore,

    mi sono fatto scrivere dal mio medico alcuni esami del sangue che andrò a fare in settimana (emocromo, triglicerdidi, colesterolo e un esame delle urine....), ma niente di specifico riguardo quello che mi spaventa; continuo nonostante le rassicurazioni ad aver paura di aver contratto qualche infezione. La mia domanda è: possibile avendo come pensiero fisso dalla mattina alla sera questa paura, che ad esempio si possa irritare il colon e si arrivi a sentire delle leggerissime fitte nella zona del fegato, sotto la costola destra e in corrispondenza alla stessa altezza sulla schiena? sono trascorsi 40 giorni da quella sera, a parte questi fastidi non ho mai avvertito nè febbre, nè inappetenza, nè nausee nè niente di particolare. Posso essere suggestionato a tal punto secondo lei da crearmi questi fastidi?
    Quali esami posso richiedere di fare visto quello che mi è capitato? all'ospedale di malattie infettive dove mi sono recato mi hanno rispostao che non mi avrebbero fatto gli esami di routine sulle MST perchè l'episodio a loro dire non era a rischio, ma per tranquillizzarmi che devo fare? io continuo ad accusare dei fastidi che spero siano dovuti solo al forte stato di ansia, ma per rassicurarmi del tutto?
    Grazie per la pazienza...



  7. #7
    Indice di partecipazione al sito: 1279 Medico specialista in: Medicina legale e delle assicurazioni
    Igiene e medicina preventiva

    Risponde dal
    2009
    "Posso essere suggestionato a tal punto secondo lei da crearmi questi fastidi?"

    considerando la dinamica del suo rapporto sessuale (masturbazione passiva da parte di partner che ha toccato il glande con il dito inumidito della sua saliva), a rischio poco sopra lo zero

    la risposta è SI'

    Un salutone.


    Mario Corcelli, MD
    Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
    http://www.medico-legale.it

  8. #8
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    Gentilissimo Dottore, volevo sottoporle il risultato delle analisi a cui mi sono sottoposto a 40 giorni dall'episodio. Come le ho accennato non sono esami specifici, ma vorrei sapere da Lei se nel caso fossi stato infettato dal virus dell'epatite B qualcuno di questi valori avrebbe dovuto essere "sballato"?

    ESAME EMOCROMOCITOMETRICO
    leucociti (WBC) 7,2 x10^3/mmc (4,5 -11,0)
    Eritrociti (RBC) 5,24 x10^6/mmc (4,50 - 6.0)
    Emoglobina (HGB) 15,4 g/dL (14,0 - 17,5)
    Ematocrito (HCT) 45 % (41 - 54)
    Volume corpuscolare medio (MCV) 86,6 fL (80 - 102)
    Contenuto emoglobinico media (MCH) 29,4 pg (25 - 35)
    Concentrazione emoglobinica media (MCHC)33,9 % (31 - 38)
    Piastrine (PLT) 263 x10^3/mmc (130 - 450)

    FORMULA LEUCOCITARIA
    Neutrofili 54,9% 3,950 x10^3/mmc
    Linfociti 29,9% 2,150 x10^3/mmc
    Monociti 7,1% 0,510 x10^3/mmc
    Eosinofili 7,5% 0,541 x10^3/mmc
    Basofili 0,6% 0,004 x10^3/mmc

    GLUCOSIO 79 mg/dL (60 - 110)
    CREATININA 0,78 mg/dL (<1,30)
    colesterolo totale 176 mg/dL (130 - 220)
    colesterolo HDL 59 mg/dL (>35)
    TRIGLICERIDI 115 mg/dL (<170)
    GAMMA GT 37 U/L (10 - 50)
    PROTEINE TOTALI 8,1 g/dL (6,0 - 8,5)

    ELETTROFORESI PROTEINE
    Albumina 64,5% 5,22 g/dL (53,0 - 70,0)%
    Alfa 1 2,3% 0,19 g/dL (1,5 - 4,0)%
    Alfa 2 9,4% 0,76 g/dL (7,0 - 12,0)%
    Beta 9,5% 0,77 g/dL (8,0 - 14,0)%
    Gamma 14,3% 1,16 g/dL (12 - 20)%
    rapp.A/G 1,82


    ESAME COMPLETO URINE

    esame chimico fisico
    colore paglierino
    aspetto limpido
    peso specifico 1,022 (1,005 - 1,028)
    pH 5,0 (5,0 - 6,5)
    glucosio assente mg/dL (<10)
    proteine assenti mg/dL (<20)
    emoglobina 0,03 mg/dL (assente)
    corpi chetonici assenti mg/dL (<5,0)
    bilirubina assente mg/dL (assente)
    urobilinogeno nella norma mg/dL (<1,0)
    nitiriti assenti (assenti)

    esame microscopico del sedimento
    emazie :5-10 x campo micr.

    posso pensare che questo esame faccia capire che non è stata contratta l'infezione? o sono valori che non potrebbero comunque dimostrare nulla?
    Grazie per la pazienza....





  9. #9
    Indice di partecipazione al sito: 1279 Medico specialista in: Medicina legale e delle assicurazioni
    Igiene e medicina preventiva

    Risponde dal
    2009
    sono esami non specifici per un contagio da HBV

    perché il contagio può dare anche solo una sieroconversione senza epatite acuta (compare nel sangue dapprima l'antigene HBsAg, senza necessariamente che vi sia una alterazione della funzionalità epatica).

    Non capisco, però, la sua preoccupazione; le ho già detto che il virus HBV non si trasmette con la saliva e tantomeno con la saliva che viene a contatto col glande


    Mario Corcelli, MD
    Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
    http://www.medico-legale.it

  10. #10
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    Grazie per la disponibilità Dottore.... la mia preoccupazione deriva dal sapere di aver sempre condotto una vita seguendo determinate regole e facendo attenzione a non espormi a rischi per la mia salute (non ho mai fumato e mai bevuto alcolici) e pensare che per un episodio così insignificante potrei aver corso un rischio così grande mi fà star male....
    Credo che per togliermi ogni dubbio andrò dal mio medico chiedendogli di sottopormi ad esami specifici per il fegato visto che il senso di fastidio in quella zona non si attenua e spero sia solo il frutto del mio pensiero fisso...
    Cordiali saluti



  11. #11
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    Buongiorno Dottore in questi giorni andrò dal mio medico di famiglia per dirgli di questi fastidi nella zona destra vicino al fegato. A Suo avviso è necessario farmi prescrivere gli esami specifici per epatite b e c o basta rilevare le transaminasi e nel caso fossero nei parametri posso metterci una pietra sopra? spero che questo fastidio sia dovuto solo alla grossa tensione che ormai da due mesi ho accumulato.....
    Grazie



  12. #12
    Indice di partecipazione al sito: 1279 Medico specialista in: Medicina legale e delle assicurazioni
    Igiene e medicina preventiva

    Risponde dal
    2009
    la prescrizione di esami di funzionalità epatica dovrà valutarla il suo medico curante, eventualmente anche sulla base di altri elementi anamnestici

    quello che le posso ribadire in questa sede è questo:
    la dinamica del suo rapporto sessuale non giustifica alcuna preoccupazione di contagio di epatiti infettive


    Mario Corcelli, MD
    Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
    http://www.medico-legale.it

  13. #13
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    perfetto dottore... La ringrazio molto per le Sue rassicurazioni, ma lo stato d'ansia mi portano a continuare ad aver paura fino a quando non vedrò scritta la parola "negativo" sul referto.... anch'io razionalmente penso che sia quasi impossibile che ci sia stato il contagio, ma poi avverto questo fastidio e ricomincio a credere che qualcosa sia successo... La terrò informata.
    Cordiali saluti




Discussioni Simili

  1. I prescritti analisi del sangue,
    in Malattie infettive
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 10/05/2010, 16:37
  2. Pericolo contagio aids
    in Malattie infettive
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 06/05/2010, 15:45
  3. Vaccino epatite b
    in Malattie infettive
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 06/05/2010, 13:50
  4. Hiv dubbi
    in Malattie infettive
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 16/05/2010, 14:15
  5. Rischio contagio hiv?
    in Malattie infettive
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 29/04/2010, 15:14
ultima modifica:  16/07/2014 - 0,17        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896