Utente 948XXX
Buon Giorno ho 60 anni e sono un soggetto che ha sofferto di tachicardia benigna 3 anni fà (si è manifestata 3 volte in due anni, e ogni volta si è risolta recandomi al pronto soccorso ). Dopo numerosi accertamenti, si è giunti alla conclusione che la cosa era dovuta dal fatto che stavo attraversando un periodo di Stress eccessivo a causa delle moltissime responsabilità di lavoro e da gravi problemi familiari. Andando in Pensione e risolti i problemi di famiglia, la Tachicardia non si è più riverificata forte come prima, soltanto ogni tatnto ( una volta ogni 4 o 5 mesi ) sento che ricomincia, ma sono in grado di bloccarla sul nascere facendo la manovra di Valsava.
Ho notato però che nei giorni in cui sono molto raffreddato, e ho qualche linea di febbre, la tachicardia si ripresenta spesso durante la giornata, anche se con la famosa manovra di Valsalva riesco subito a bloccarla sul nascere. Gradirei sapere se la cosa è del tutto normale Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
E' necessario prima di tutto porre diagnosi corretta: infatti la tachicardia sinusale, intesa come semplice aumento della frequenza cardiaca, è del tutto fisiologica se secondaria ad attività fisica, stress emotivi, febbre, malessere, eccetera.
Vi sono altri tipi di tachicardia, invece, secondari a patologie del ritmo o della conduzione cardiaca, certamente patologici e che richiedono intervento terapeutico.
La manovra di Valsalva si rivela spesso efficace in entrambi i casi, quindi non ci è di aiuto per stabilire di che disturbo si tratti.
Solo una visita specialistica cardiologica, completata con gli esami che saranno in quella sede prescritti, potrà stabilire con certezza il da farsi.
Cordiali saluti