Utente 572XXX
Gentilissimi dottori vi scrivo perchè mi è stato diagnosticato un cheratocono bilaterale in fase iniziale, per come dice il mio oculista.
Due anni fà ho avuto una malattia oncologica ed ho effettuato 3 cicli di chemioterapia secondo lo schema PEB. Attualmente il mio oculista mi ha detto di non preoccuparmi ma nella mia famiglia ci sono diversi casi di cheratocono e anche trapianti di cornea, e cugini di mia madre che hanno perso l'occhio perchè non sapevano di essere affetti da cheratocono. Purtroppo avverto dei fastidi,mentre guido e durante il giorno nel senso che non metto a fuoco bene gli oggetti, ho una visus molto strano, vorrei sapere se devo farmi visitare da altri oculisti, mettere degli occhiali speciali (come ho letto su internet) oppure procedere con un eventuale cross-link, che se non sbaglio si fa in uno stadio iniziale. Ritenete opportuno che avvisi il mio oncologo per un'eventuale correlazione tra chemioterapia e cheratocono? Attualmente quando sto davanti al pc porto degli occhiali con gradazione +0.5 pensate possano essere utili oppure potrebbero aggravare la situiazione?
Distinti SAluti e grazie a tutti in anticipo per le vostre risposte.
[#1] dopo  
Dr. Filippo Nocera
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Caro ragazzo, e' evidente che il suo cheratocono riconosce una causa legata alla familiarita' come da lei riferito e come e' tipico di questa malattia; per eventuali trattamenti terapeutici come il cross-linking bisogna fare una stadiazione dello stesso cheratocono tramite esami diagnostici specifici (topografia, pentacam, etc.); visto che il suo oculista ha gia' ben presente la sua situazione non vedo il motivo di preoccuparsi ulteriormente, segua i suoi consigli.
Un caro saluto.