Utente 828XXX
Buongiorno,a mio suocero (71 anni) hanno effettuato un emovitreo per problemi alla vista poichè dall'esterno non si riuscivano a vedere nulla, al termine dell'intervento ci hanno detto di aver visto una specie di fungo biancastro sulla retina,che non sapevano esattamente cosa fosse e che avevano prelevato dei campioni con la biopsia, risultati poi negativi. Dopo un paio di mesi dall'intervento la vista è di nuovo diminuita e ieri si è recato nuovamente ad una visita di controllo e qui ci hanno fatto una diagnosi di sospetto melanoma coroidale. In fretta e furia hanno organizzato un appuntamento per oggi ed è dovuto andare ad Albenga per una ecografia (dicendo che a Cuneo non si sarebbe potuta effetture nella stessa maniera) presso una clinica privata. Sempre durante la visita di ieri ci hanno detto che potremmo rivolgerci in Svizzera, mi pare Villigen a o a Genova presso il Galliera dal Prof. Mosci. Volevo sapere se ci siano degli altri centri specializzati migliori o magari vicino a noi, considerata la difficoltà di spostamento dei miei suoceri. In attesa di consigli, saluto e ringrazio.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
mio caro amico
il melanoma della coroide
è una patologia grave
ma per fortuna infrequente
i centri migliori sono
ed i professionisti migliori sono

1) prof MARIA ANTONIETTA BLASI
ONCOLOGIA OCULARE POLICLINICO AGOSTINO GEMELLI

2) DOTT CARLO MOSCI
OSPEDALE GENOVA

3) CLINICA OCULISTICA DI LOSANNA
DOVE LAVORAVA IL PROF LEONIDA ZOOGRAFOS

LA PATOLOGIA E' MOLTO GRAVE
QUOAD VITAM
PER CUI BANDO ALLE CIANCE E SI RECHI DA UNO DI QUESTI SPECIALISTI!!!!!!
[#2] dopo  
Utente 828XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la risposta e la franchezza, stasera andrà ad Albenga per effettuare quell'ecografia che a detta della Dottoressa, non si sarebbe potuta effettuare a Cuneo (dove a suo parere hanno anche sbagliato il prelievo per la biopsia risultata negativa) Credo che stasera verrà fatta la diagnosi e prese le contromisure necessarie. Per motivo di comodità ci ha consigliato Genova anche se, sempre a suo dire, in Svizzera si sarebbero potute fare tutte le dovute analisi in un solo giorno, mentre a Genova toccherà andare in più riprese.
Credo che si voglia arrivare ad una diagnosi sicura e rapida per poter decidere che via intraqprendere, quali tipi di cure applicare. Un saluto.
[#3] dopo  
Utente 828XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno, ho scitto anche in ambito oncologico, in quanto ieri siamo stati dal Prof. Mosci a Genova che ha confermato il sospetto, melanoma coroidale.
Le possibilità sono 2, enucleazione o radioterapia.
Nel caso di radioterapia si ha la certezza che il nervo ottico verrà completamente bruciato, per cui all'atto pratico sarà comunque cieco da un occhio. Le chiederei pertanto se Lei propenda più per una soluzione o per altra, io, personalmente, preferirei togliere l'occhio e eradicare per sempre il problema piuttosto che sottopormi a terapia, pellgrinaggi e sofferenze avendo comunque il patema che si sviluppino metastasi al fegato.
In secondo luogo ci sono state fornite 2 ulteriori possibilità, eseguire l'operazione privatamente entro 15 gg. oppure attendere le normali liste di circa 45/60 gg. Anche qui, io, per una questione di morale preferire fare tutto pubblicamente (anche, ma non solo, vista l'entità della spesa), ma vorrei avere un parere spassionato su cosa farebbe Lei e sopratutto se un allungamento di 30/45 gg. sia o meno pericoloso ovvero se fosse meglio anticipare la data o meno. Grazie
[#4] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
gentile signore,
le ho risposto nell'altro post
da lei inoltrato in oncologia medica
a presto