Utente 837XXX
Gentile Dottore, buona sera.

Sono un ragazzo di Roma di 34 anni. Sono alto 1, 80, peso 69 kg, non bevo , non fumo e da parecchi anni ormai frequento la palestra 3 volte a settimana.

In quest'ultimo anno, ho deciso di aumentare l'esercizio fisico fino a 5 volte la settimana con nuoto e pesi.

Premetto che non ho nessuna patologia, faccio l'eletrocardiogramma tutti gli anni , normale e sotto sforzo, ed è risultato sempre negativo, da poco ho fatto anche un ecocardiogramma che a sua volta è risultato negativo, la mia pressione è sempre 110/70.

Sono un ragazzo particolarmente ansioso e ogni tanto mi vengono delle extrasitoli che mi spaventano parecchio perchè vengono all'improvviso, quando meno te lo aspetti, comunque il cuore risulta sano, allora faccio di tutto per non preocuparmi.

La vita molte volte è dura e stressante e per non cadere in quell'ansia che ti crea un sacco di problemi ho deciso che mi devo sfogare assolutamente in palestra.

Inizio a riscaldare i muscoli, fare molti pesi per poi concludere l'attivita sporiva con la scala mobile, un attrezzo che simula la salita nelle scale. Ne puoi regolare i piani e l'intensità.

Li mi sfogo in una maniera impressionante, risco ad arrivare a fare 30 piani in 6 - 7 minuti senza mai fermarmi fino a quando non grondo di sudore e non riesco neppure a parlare. In tutto faccio 1 ora di palestra.

Però noto che questo mi fa veramente bene, mi sfogo del tutto, la notte dormo bene e mi tengo in forma, praticamente posso dire che potrei camminare ore e ore senza stancarmi minimamente.

Vorrei chiedere cortesemente se questo faccia bene o male al cuore. Non vorrei fare qualcosa che recasse danno all'organo. Il mio istruttore dice che non ci sono problemi, ma è solo un istruttore, non è uno specialista come Lei.

Volevo dei suggerimenti per cortesia... se devo comprare una di quelle apparecchiature che controllano i battiti cardiaci al minuto?... oppure non ci sono problemi? Fino a quando un cuore regge a certi sforzi? O non si possono definire sforzi l'esercizio in palestra?

Cosa mi consiglia gentilmente? La ringrazio cortesemente e le auguro buona giornata!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ercole Tagliamonte
24% attività
0% attualità
12% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
In un giovane sano come lei anche tali sforzi non arrecano danno alla struttura cardiaca. Bisogna dire, tuttavia, che tale tipo di attività fisica non è ideale per il cuore. Infatti, l'attività fisica che riesce effettivamente, e nel modo migliore, ad aumentare la performance cardiaca e quella che viene effettuata lentamente e di continuo (per intenderci, corsa su lunghe percorrenze, ciclismo, ecc).
Controllare la frequenza cardiaca in corso di attività fisica potrebbe essere utile, permettendo di non superare determinati valori massimi.
Si ricordi che un cuore veramente allenato è quello che riesce ad aumentare non eccessivamente la sua frequenza di battiti durante l'attività fisica.
Cordiali saluti