Utente 158XXX
Buongiorno, ho 31 anni vorrei porVi un quesisto: Circa due anni fa sono stato operato di varicocele di secondo grado, non evidente, me ne sono reso conto per una leggera pesantezza al testicolo sinistro, credo abbiano fatto la legatura (Non so se ho usato il termine giusto) dopo sei mesi ho fatto uno spermiogramma riscontrando un evidente miglioramento. Successivamente all'intervento, ho riscontrato sul testicolo sinistro dei capillari più visibilli con dei piccoli grumi di sangue come un testa di spillo. Spesso è capitato che qualcuno di questi grumi si rompesse con una fuoriuscita di sangue. Vorrei capire a cosa sono imputabili questi capillari con piccoli grumi di sangue e se è possibile eliminarli. Ultimamente sforzandomi in palestra ho sentito la stessa pesantezza al testicolo che avevo prima di operarmi, ed ho notato che questi capillari sono aumentati. Vorrei sapere se devo preoccuparmi e se devo rivolgermi ad un andrologo o ad un dermatologo.. Grazie per le risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,i capilari in questiione non hanno alcuna relazione con il varicocele,in quanto appartengono allo scroto e non al testicolo.Va da se' che l'attivita' d palestra possa creare la sintomatologia che descrive,per cui Le consiglio di consultare l'andrologo di riferimento che Le dara' le giuste indicazioni in merito.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la veloce risposta, vorrei essere tranquillizzato che non sia nulla di grave e risolvibile..
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...niente di grave ma le microemorragie andrebbero evitate.Cordialita'.
[#4] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Egregio Dottore, ho effettuato una nuova visita, ecografia ed ecocolor, è sfortunatamente mi è stato riscontrata una recidività del varicocele a distanza di due anni. Questa volta è stato riscontrato un 3 grado, il dottore mi ha evidenziato che l'intervento non è stato eseguito in maniera adeguata, trascurando vene che non sono state legate. Volevo gentilmente chiedere quale soluzione di intervento mi consiglia e sopratutto se nella mia citta (messina) o zona esistono medici specializzati ad un intervento che possa risolvere in maniera definitiva il mio varicocele. Ho sentito parlare della nuova tecnica di scleroembolizzazione e da profano mi sembra un ottima tecnica. Vorrei un consiglio su come intervenire e soprattutto con chi. Grazie per la risposta
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...si faccia consigliare dall'andrologo di riferimento sul dove rivolgersi per risolvere il quadro clinico in senso definitivo e,soprattutto,faccia riferimento al potenziale di riferimento espresso dallo spermioramma,di cui fa cenno nel post.La scleroembolizzazione e' una realta' che ha,ormai,piu' di trenta anni di vita...Cordialita'.