Utente 158XXX
Gentili dottori, sono un ragazzo di 27 anni, da circa 10 giorni a questa parte ho riscontrato l'ingrossamento di alcuni linfonodi, due sul lato destro del collo, ed uno sotto la mandibola, sempre dal lato destro, non presento nessun altro sintomo, non ho febbre nè astenia e neppure mal di gola...circa un mese fa ho avuto un rapporto non protetto con una ragazza che non conosco molto bene, so di aver agito in modo irresponsabile e farò senz'altro un test hiv a breve, ma ora mi chiedevo se il quadro dei sintomi da me descritti potrebbe far pensare ad una sindrome retrovirale acuta o da sieroconversione del virus hiv (credo siano la stessa cosa...) o è da escludere per l'assenza di altri sintomi e la localizzazione della linfoadenopatia?
vi ringrazio anticipatamente per la vostra cortese risposta.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
8% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2005
Salve,
la stragrande maggioranza dei sieropositivi non ha mai riferito di avere avuto sintomi. Sta storia della sindrome influenzale è, a contio fatti, non una baggianata, ma un qualcosa che fa preoccupare tutti i pazienti con la coscienza sporca. I sintomi riferiti sono assolutamente molto vaghi, per cui non si può certo dare un giudizio. Aspetti il tempo debito e facia il suo test. Nel frattempo usi il profilatico durante i rapporti sessuali, anche perchè l'HIV non è certto l'unica MST che si può prendere con rapporti a rischio.

Saluti

Mocci
[#2] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore, tanto per cominciare la ringrazio molto per la risposta celere, come accennato eseguirò a breve il test, intanto potrebbe consigliarmi a quali accertamenti sottopormi per comprendere l'origine di questa mia linfoadenopatia considerando i sintomi da me riferiti? purtroppo sono uno studente fuorisede e non ho modo di farmi visitare a breve dal mio medico di base, per cui gradirei un consiglio su quali esami effettuare o a quali specialisti rivolgermi per comprendere l'origine del mio problema...un altra cosa, mi scusi l'insistenza, ma la sindrome retrovirale acuta non dovrebbe comprendere linfoadenopatia generalizzata piuttosto che localizzata come nel mio caso?
[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
8% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2005
Allora,
anche fuori sede può accedere ad una struttura sanitria pubblica e programmare una visita infettivologica.

saluti
Mocci