Utente 363XXX
Buongiorno a tutti
Ho da un pò di tempo riscontrato che il mio pene durante l'erezione è piegato verso sinistra.Ora,ho esposto il problema all'urologo e ha detto,senza visitarmi,che è normale.Poi ho visto che la vena (è una vena giusto?) sopra il pene stesso si chiude nell'ultimo tratto a ricciolo.Quando il pene non è in erezione la prima cosa non si nota,la seconda solo un pò.Sono collegate?Come mi dovrei comportare?
Grazie in anticipo per qualunque Vostro chiarimento.
Cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
se l'urologo che l'ha visitao non ha riscontrato alcunchè di anomalo a carico dei corpi cavernosi non credo che ci sia motivo di preoccupazione.
D'altra parte la sua descrizione non ci fa capire se è una tendenza del pene in erezione a dirigersi verso sinistra( non patologico) o se una angolazione a metà del pene.
Penso inoltre che per via telematica , in mancanza di un esame clinico di più non si possa dire.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore 36397,

una curvatura del pene dovrebbe essere valutata vedendo il pene in erezione, o direttamente o attraverso delle foto, in modo da capiire se tale incurvamento congenito sia tale da dover richiedere una correzione chirurgica.
L'aspetto delle vene superficiali del pene è abbastanza normale e si modificano nello stato di flaccidità ed erezione.
tenuto conto della sua età, lei dovrebbe parlarne con i suoi genitori, un fratello o sorella maggiori e, con il loro aiuto, consultare uno specialista
A Padova, alla Università, Reparto di Urologia, ne troverà di validi
Cari saluti
[#3] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per i Vostri interventi.valuterò meglio la cosa con L'urologo.
Volevo chiederVi un 'ultima cosa ovvero:mi è stato diagnosticato un varicocele di secondo grado al testicolo sinistro e mio opererò a settembre;durante quest'estate volevotenermi in forma praticando attività aerobica e palestra(addominali,flessioni,bilanciere ecc).CHiedo pertanto un Vostro parere a riguardo.
Grazie e cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Nessuna controindicazione.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per la sua risposta
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro giovane lettore ,
prima dell'intervento ha fatto un esame del liquido seminale ? La diagnosi di varicocele è stata confermata con una valutazione tramite ecocolordoppler delle vene spermatiche?
Ci faccia sapere!
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#7] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2007
Salve
Si,la diagnosi di varicocele è stata confermata oltre che dalla visita da un'ecografia testicolare e dal relativo eco-colordoppler.
Ho ricevuto il risultato del mio primo spermiogramma qualche giornno fa dove oltre ad alcuni valori sballati come spermatozoi vivi,mobili
le conclusioni citano una lieve astenozoospermia.
Verrò operato a settembre.
Volevo chiederle dal momento che mi è già capitato un paio di volte se un uno scroto particolarmente"gonfio" e un dolore sulla testa del testicolo più o meno forte in relazione a quanto cammino in quel momento può essere associato a tale patologia e se Lei concorda con il fatto che posso fare un pò di palestra quest'estate.
Grazie
Saluti
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro giovane lettore ,
la palestra , escluso attrezzi ed esercizi che aumentano la pressione intraddominale , non ha particolari controindicazioni anche se preferiamo indicare attività sportive più "complesse" come la corsa , il nuoto, ecc., ecc. Per quanto riguarda invece il dolore che lei riferisce è difficile ad un clinico ,senza poterla valutare direttamente, escludere altre problematiche oltre all'eventuale varicocele da lei riferito. In queste casi è sempre consigliata una rivalutazione andrologica.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
www.andrologiamedica.org
[#9] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
si potrebbe essere collegato al varicocele ma sarebbe bene in caso di persistenza dello stesso dolore farsi valutare dal curante
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
un altro consiglio, durante il periodo estivo per "meditare" sull'intervento che farà a settembre e per avere più informazioni su questo tipo di tematiche può anche leggere il facile manuale , scritto dalla Dra Elisabetta Chelo, "Quando i figli non arrivano" , CIC edizioni internazionali ,Roma.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org