Utente 846XXX
Buongiorno,
da tempo soffrivo, circa una-due volte l'anno di dolori lancinanti alla pancia, che si acuivano la notte e che mi portavano a vomitare per ore.
Alcune volte la cosa si risolveva con "antispastici" e farmaci contro nausea e vomito. Altre volte arrivavo perfino in pronto soccorso, ma ne uscivo con tantissime analisi fatte e con nessuna diagnosi. Il dolore dopo ore spariva, per poi ripresentarsi mesi dopo.
Stavolta, un mese fa, ho avuto lo stesso attacco di maldipancia e vomito ma la cosa non si è risolta spontaneamente, né facevano effetto i farmaci suddetti. Ricoverato in ospedale, sono stato costretto a fare ecografie e tante altre analisi ma da queste risultava soltanto esserci una seria occlusione intestinale.
I medici hanno deciso di operare per capirne il motivo.
C'era, dalla nascita, il noto diverticolo di Meckel, infiammato e attorcigliato (volvolo). E l'hanno prontamente eliminato. Già che c'erano hanno eliminato anche l'appendicite.

Domanda: era necessario eliminare anche l'appendicite? O meglio è preferibile in questi casi farlo?

Mi è stato detto che non dovrei più aver problemi di questo tipo. Mi hanno ovviamente ricucito la pancia, con numerosi punti. E mi hanno consigliato di portare una "pancera" contenitiva. E di non fare sport.

Domanda: mi potreste dire per quanto tempo debbo portare la "pancera" e per quanto tempo debbo astenermi dallo sport?

Grazie mille, in anticipo
Cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
la rimozione dell'appendice, coinvolta o meno nel processo acuto individuato, è prassi comune al fine di eliminare, in occasione di una laparotomia, ulteriori fonti di acuzie che dovessero verificarsi nel futuro.
Porterà la panciera contentiva per circa due mesi. Le attività sportive più intense richiedono parimenti un paio di mesi di astensione, soprattutto se le è stata praticata una laparotomia ampia.
[#2] dopo  


dal 2011
Grazie Mille,
anche per la rapidità nella risposta.
E buon lavoro.