Utente 155XXX
Buongiorno,
premetto che soffro di ansia da qualche mese e sono in cura dallo psichiatra che mi fa somministrre EN 10 gtt al giorno prima di dormire.
Con ieri sera è la 4° volta in 2 mesi che vado al pronto soccorso per dolori (fastidi) al torace in un punto ben localizzato (due dita sopra lo sterno e due dita sx).
Tutti gli ecg e gli esami del sangue effettuati fino ad oggi negli ultimi due mesi (5) non presentano niente di anomalo, solo il potassio leggermente sotto il limite.
Questi dolori sono accompagnatati e preceduti da una difficoltà a respirare e da un senso di smarrimento che mi terrorizzano, aumentando l'ansia che sia qualcosa di grave.
Spesso ho delle fitte anche alla schiena vicino alla scapola sinstra e poi tutto un indolenzimento del fianco sinistro.
Ho fatto esami alla tiroide e sono regolari, glicemia regolare, labirinto regolare.
Spesso poi i dolori mi si spostano sul fianco sinistro e scendo fino all'inguine.
Non riesco a definire se quelli al petto siano dolori intercostali o meno.
E nessuno riesce a darmi una spiegazione a questi dolori.
Il mio medico mi ha prescritto anche una gastroscopia e degli rx torace oerchè dice potrebbe esserci un principio di scoliosi o una piccola ernia iatale.
Ho 29 e benchè tutte le rassicurazioni in merito a problemi cardiaci non riesco a tranquillizzarmi visto che a distanza di mesi ancora nessuno è riuscito a determinare la causa di questi dolori.
Aggiungo anche che nel tempo questi dolori sono cambiati di posizione sul torace ed ora sono concentrati sul centro dello sterno e subito a sinistra.
Lavoro alla scrivania per circa 9 ore al giorno e assumo sicuramente una posizione non corretta sulla sedia, e non so se può significare qualcosa in termini di dolori al petto...
Potreste consigliarmi qualcosa??
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
Le è stata già data risposta allo stesso quesito pochi giorni fa:
http://www.medicitalia.it/consulti/Cardiologia/146190/Affaticamento-respiratorio-tiroide-cura-breve-sangue
I consigli dati allora ovviamente valgono anche oggi.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio dottore, ma sempre in merito alla discussione di qualche giorno fanon ho ricevuto nessun'altra risposta dopo aver aggiunto ulteriori dettagli e dopo che ad oggi i sintomi sono cambiati e diventati continui da circa 24 ore...

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Confermo ancora una volta, e a maggior ragione dopo i maggiori dettagli aggiunti, che l'eventualità di un'origine cardiaca dei Suoi disturbi è estremamente improbabile.
Aspetti l'esito della gastroscopia e segua i consigli che Le darà il curante.
Cordiali saluti