Utente 159XXX
Buongiorno,
10giorni fa durante l'allenamento ho effettuato una torsione del busto molto accentuata e ho sentito come un movimento nella zona costale e ho interrotto subito. Sentendo dolore ho controllato e ho visto che è emerso una specie di bozzo, di bernoccolo, grosso come 1 moneta da 5centesimi e abbastanza sporgente sopra la costa ( una costa 10cm sopra l'ombelico) a livello circa di dove termina la costa e si congiunge con le altre (spero di essermi spiegato!!).

Sono andato al pronto soccorso e mi hanno detto che non è una frattura (cosa confermata in seguito dalla radiografia) e che guarirà da sola calcificandosi... a quanto pare sarebbe la cartilagine delle coste che si è spostata. La mia situazione è stata registrata come "verosimile disgiunzione condrocostale".
Questa cartilagine è di consistenza molto dura, sembrebbe osso al tatto(ma non lo è vista la radiografia effetuata in seguito che nega la presenza di fratture), non si sposta toccandola .

Sta di fatto che ora son passati 10 giorni, il dolore è diminuito notevolmente ma continua a persistere (sdriandosi sul letto, effettuando rotazioni e movimenti come addominali e simili).
Non ho nessun limite di mobilità tuttavia sono impossibilitato dal fare sport in modo piacevole e certe posizioni e posture sono dolorose.

Mi chiedevo se posso aspettarmi che guarisca davvero da sola e il dolore passi del tutto o devo muovermi in altre direzioni sentendo altri specialisti...
Per ora il parere di due 2 medici (uno del ps e un chirurgo toracico) è che non c'è da operare e che andrà a posto da sola, tuttavia l'asimmetria toracica rimarrà.

Mi auguro che il dolore legato ai movimenti sparisca in un tempo ragionevole. Insomma sono un po preoccupato dato che è una sitazione anomala(i medici che mi hanno visitato sono i primi a dirlo) e non vorrei che diventasse una sorta di handicap permanente e che mi compromettese in qualche modo la qualità della vita in futuro.

Spero di non essere catastrofista però a fronte di una situazione poco chiara e che "deve mettersi a posto da sola" avrei piacere di sentire anche il punto di vista di altri medici che magari hanno già riscostrato una situazione simile con altri pazienti.

Grazie dell'attenzione.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

sia pur con i limiti di una valutazione a distanza, non posso che condividere il parere dei colleghi da lei precedentemente (non virtualmente) contattati.

dovrà avere un pò di pazienza, i tempi di guarigione sono uguali per ogni nostro tessuto (cutaneo, muscolare, osseo), compreso quello cartilagineo.

mi tenga informato

cordiali saluti