Utente 159XXX
Salve,

in seguito a fastidi al testicolo sinistro e a disturbi di eiaculazione precoce ho eseguito un ecodoppler scrotale. Il radiologo ha diagnosticato una ipotrofia del testicolo sinistro e un varicocele di II-III grado con manovra di valsalva. Mi ha, perciò, consigliato l'intervento. Lo specialista cui mi sono, in seguito, rivolto mi ha prescritto, prima di procedere ad una eventuale operazione, delle analisi al liquido seminale e una ecografia al basso ventre. La prima ha dato come esito una normospermia (progressione rapida lineare 13; progressione lineare 44 Motilità A+B 57%; vitalità 72%; carica batterica 2000 ufc/ml). Dall'ecografia non è emerso alcun genere di problema. In seguito a questi risultati mi ha detto che, trattandosi di un varicocele asintomatico, non ritiene opportuno nè tanto meno doveroso operarmi. Ora mi chiedo: come risolvo il problema del fastidio al testicolo? il varicocele porterà comunque, inesorabilmente, a un processo di infertilità (ho attualmente 30 anni) o all'accentuazione del fastidio (attualmente non particolarmente accentuato) nel tempo? la masturbazione e l'attività sessuale contribuiscono ad accentuare il fastidio o a peggiorare la situazione? il varicocele può essere una causa di eiaculazione precoce?

Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il varicocele non porta,inesorabilmente,ad una sterilita'...a nessuna eta'.Tantomeno prevedo un'accentuazione della sintomatologia algica,peraltro modesta.Infine,non esiste una correlazione tra varicocele ed eiaculazione precoce.Esiste,e persiste,la necessita' che un esperto andrologo
analizzi il Suo problema a 360 gradi e decida in merito alla strategia da adottare.Cordialita'.