Utente 159XXX
Gentile dottore, sono davvero in ansia e le chiedo un gentile parere.
Sono mamma di un bimbo di 5 mesi. All'ottavo mese di gravidanza è stata diagnosticata nel feto una pielectasia (0,7 cm)al rene sx. MI avevano detto in ospedale che questa pielectasia potrebbe riassorbirsi da sola e che è cosa abbastanza comune nei feti. Il bambino è nato a dicembre e in febbraio ho fatto una ecografia che ha evidenziato una crescita di tale pèielectasia (il valore era 15). Cosa vuol dire, non potrà mai scomparire da sola?
Nel frattempo il bambino ha avuto una cistite ( a marzo) che non ha dato nè febbre nè altri sintomi. Dopo una cura è scomparsa ed anche le urinocolture successive sono sempre state negative. La pediatra ha richiesto una cistografia, anch'essa negativa. Adesso mi propone una scintigrafia. Io mi chiedo, sarebbe meglio fare un'altra eco per vedere se nel frattempo la pielectasia è aumentata e poi pensare ad una scintigrafia? Mi sembra tanto, scusi se lo dico, sottoporre questo piccolino a due esami non proprio leggeri a distanza di un mese l'uno dall'altro. Lei cosa ne pensa?
Sono angosciata, cosa dovrò fare al bambino a causa di questa pielectasia? Ci possono essere conseguenze gravi per lui?
La ringrazio e spero in una sua gentile risposta.

Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio F. A. Cutrupi
28% attività
4% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gent.mi

trovo giusto il percorso della collega pediatra per accertarsi delle funzioni renali bilaterali. Soprattutto quando vi è una prenatalità positiva.

troverete anche ulteriori informazioni sul sito personale, sulla diagnostica,

ci tenga informati

cordialità