Utente 159XXX
Salve,
ho 25 anni e non riesco a capire se ho un problema. Da circa due mesi ho una ragazza e abbiamo cercato più volte di avere un rapporto sessuale completo.
Le prime volte non è andato a buon fine, forse a causa della mia tensione rispetto al fatto che non ho mai avuto esperienze sessuali precedenti, al contrario di lei. Inizialmente mi sono un po' preoccupato credendo di non essere all'altezza della situazione o di non riuscire nel rapporto, ma successivamente sono uscito da questa preoccupazione ed ho affrontato la cosa con più calma.
Il problema è che quando dovrei iniziare non sempre riesco a penetrare perchè pur avendo un'erezione il membro non sembra abbastanza rigido, in particolare all'altezza del glande, e lei forse non abbastanza rilassata. La mia ragazza mi ha fatto notare anche che io sono un po' più grande del normale (cosa che non immaginavo nemmeno) e che lei al contrario è un po' più piccola del normale. Questo ci obbligherebbe a forzare e spesso non riesco a concludere.
Non riesco a capire se possa essere un problema fisico, psicologico oppure se sia solo un problema dovuto alla mia inesperienza. Potete consigliarmi?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
il grande o piccolo non c' entra nulla. La maggiranza d4ei problemi che si presentano alla sua età ed in qurel modo sono psicogeni, ma cause ormonali o infiammatorie prostatiche o più raramente circolatorio possono esserci. Necessita di visita da collega dal vivo
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile ragazzo,
non esiste una problematica correlata all'incompatibilità anatomica, ma all'inesperienza si.
Ascolti il Dr.Cavallini, chieda una consultazione da un andrologo, per fugare possibili causa organiche, quindi vada da un sessuologo clinico, con cui, unitamente alla sua ragazza, potreste effettuare qualche colloquio di counseling psico-sessuologico, ne trarrete grande beneficio, soprattutto imparerete a discriminare falsi miti da realtà.
Auguri










www.valeriarandone.it
[#3] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
Vi ringrazio per la vostra disponibilità e per la vostra professionalità. Seguirò il Vostro consiglio.

Grazie ancora