Utente 511XXX
salve, ho 20 anni da poco compiuti, circa 6 mesi fà cominciai ad avvertire problemi con la circolazione delle gambe, dovuti ad una serie di circostanze, quali: grosso aumento di peso ( in poco + di un anno ho preso 12 chili!!); fattore ereditario; lavoro di 8 ore in piedi; contraccettivo ormonale. la safena della mia gamba sinistra cominciò a dilatarsi fino ad arrivare alla situazione disastrosa in cui è oggi. un paio di mesi fa sono andata dall'angiologo e con un ecodoppler mi confermò che la gamba va operata. l'operazione potrò farla solo il prossimo inverno (per poter poi mettere le calze) e dopo che sarò dimagrita soprattutto tonificando le gambe. ho perso già ben 7 chili con dieta bilanciata ed attività fisica.
il mio problema è che intanto la varice peggiora di mese in mese. l'angiologo non ne fà un problema dato che dovrò operarmi, mi ha consigliato di non spendere soldi inutili per creme e integratori, ma di concentrarmi solo sulla perdita di peso per poter operare.
ma io sono MOLTO SPAVENTATA! sul ginocchio è diventata terribile, ora si sta gonfiando anche sul polpaccio e sul resto della gamba!!!! ho paura che peggiorando possa complicare l'operazione, e non voglio immaginare durante i caldi mesi estivi come potrebbe diventare!!
forse sbaglio qualcosa, faccio 1ora di stepper (non in modo brusco, ma piccoli passettini veloci; x 3-4volte la settimana)e ultimamente sto usando l'anti-cellulite Somatoline (il farmaco in bustine) che ovviamente non applico sulle zone gonfie della varice, ma potrebbe creare ulteriori peggioramenti? forse non sono i prodotti + adatti che dovrei usare per il mio problema? cosa dovrei fare per arrestare questo sfacelo??? ma soprattutto un ulteriore peggioramento potrebbe complicare l'operazione? grazie mille, saluti
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Ritengo che le valutazioni ed i consigli del Collega che la sta seguendo siano giuste e condivisibili.
L'aggravamento riferito può essere in parte apparente in relazione al dimagramento in atto, in parte reale a causa dell'attività fisica controindicata nel suo caso (Stepper).
In concomitanza con i mesi estivi l'attenzione va riposta nel mantenere un buono stato di idratazione ed evitare per quanto possibile il caldo eccessivo ed il sole in maniera prolungata.