Utente 142XXX
Abbiamo eseguito Io è mia Madre un ECG, sono preoccupata per mia Madre invio risposta del suo: bradicardia sinusale, freq. ventric.. 50 BPM compatibile patologia polmonare, RSR (QR) in V1 /V2 compatibile disturbo conduzione dx, non è possibile escludere pregressa necrosi inferiore anteriore, ha 82 anni con ossigenoterapia domiciliare con lupus di base, pregressa TIA, ipertesa nonostante la terapia difficilmente si riesce a controllare,e diventata anemica la sua terapia è: paquenil, deltacortene, brufen, mepral, norvasc,catapresan tt2,tiklid,luminale,actonel, rocaltrol, quanto e grave la situazione? a parte tutti i farmaci che prende il cardiologo ha cambiato la terapia per la pressione ma esiste una correlazione? il cuore con l'anemia? Io invece con sclerodermia ritmo sinusale con aritmia sinusale da un po di tempo soffro di pressione alta cioè la minima e sempre poco sopra i 100,BBD anomalie dell'onda T in sede anteriore da correlare, ha richiesto una tomoscintigrafia miocardica, non sarà il caso di fare questo esame a mia Madre invece che a Me? grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
viste le patologie da cui è affetta Sua madre, e soprattutto le terapie cui è sottoposta, è verosimile che la modifica ECG sia imputabile ad una ipertrofia del setto, condizione estremamente frequente nei pazienti ipertesi da alcuni anni.
Venendo a lei, probabilmente il collega ha ritenuto di consigliarLe un approfondimento con metodica diversa (scintigrafia) in quanto la presenza del blocco di branca in qualche modo "maschera" l'effettiva morfologia dell'onda T. In questo modo quindi desidera escludere una eventuale patologia ischemica, non altrimenti verificabile.
Cordiali saluti
[#2] dopo  


dal 2015
Ringrazio per la risposta, allora ritiene che sia "quasi" naturale per mia Madre questa condizione .... non ci sono modi per rimetterla in miglioramento a livello cardiaco? cioè non esiste un modo per migliorare la condizione cardiaca di Mamma... con un cuore come il Suo può subentrare un infarto? cosa posso fare per tutelare il cuore stranamente non le hanno mai prescritto la cardiaspirina!!! Per Me invece dopo la diagnosi di sclerodermia ebbi ripetuti attacchi di grande male da ricoverata che mi ha portato alla terapia intensiva con ischemia cardiaca nel 2007, (che a tutt'oggi sono frequentissimi)ma il BBD è sempre stato presente dal 1995 con una indagine ECDobbler scoprirono anche una "se ricordo bene " apertura della valvola d'ustacchio più vari rigurgiti con delle dilatazioni che rimasi perplessa sapendo che quest'ultima era posta nell'orecchio e non nel cuore, dall'allora mi prescrissero alla sottoscritta la cardiaspirina ma che mai ho voluto prendere avendo anche la trombofilia data da insufficienza di proteina S. Grazie
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
le attuali condizioni cardiache si Sua madre, come Le ho già detto, sono conseguenza delle altre importanti patologie di cui è affetta.
Non è possibile con questo mezzo esprimere giudizi sulle terapie prescritte, che comunque appaiono corrette ed adeguate.
Cordiali saluti
[#4] dopo  


dal 2015
La ringrazio per la sua chiarezza senza lasciare spazio a illusioni.