Utente 852XXX
Buongiorno a tutti,
circa 3 settimane fa mi sono rivolto al mio medico di base poichè ho accusato un forte calo del desiderio associato a disfunzione erettile. Problema che mi ha angosciato perchè mai capitato prima. Ho fatto una serie di analisi (sangue complete, scroto e prostata) senza rilevare anomalie. Il medico mi ha prescritto Cialis 10 mg. per 2 mesi. L'ho assunto la prima settimana con effetti immediati e duraturi. Dopodichè il problema sembra essere in effettivo miglioramento: erezioni mattutine (che comunque non sono mai mancate) ed erezioni anche a seguito di semplici baci, come prima del problema. La settimana scorsa ho avuto un rapporto soddisfacente senza Cialis anche se poi il giorno dopo ho avuto l'impressione (ma era solo un'impressione) che nel caso ci fosse stata lapossibilità di un nuov rapporto potrei aver avuto delle difficoltà. In questa settimana (premetto di avere incontri sessuali solo durante il weekend)ho avuto erezioni spontanee ed indotte tranquillamente. Questo weekend vorrei assumere cialis perchè lo passerò interamente con la mia ragazza e non vorrei brutte sorprese. La domanda è: non è che mi causa una sorta di dipendenza? Voi che dite?
Saluti e grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
la dipendenza può essere solo psicologica, il farmaco non la dà.
la dà l'opportunità di avere prestazioni migliori.
cordialmente
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile ragazzo,
come giustamente suggerito dal Dr.Biagiotti, il farmaco funziona perfettamente, ma può creare ansie associate alla paura di non farcela senza.
Le suggerirei di effettuare qualche colloquio di counseling psico-sessuologico( che solitamente si prescrive in associazione alla terapia orale per il de.), in modo da placare l'ansia, di evitare lo strutturarsi di una dipendenza farmacologica da farmaco e, di comprendere alcuni meccanismi associati alla sua sessualità.








www.valeriarandone.it
[#3] dopo  
Utente 852XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dott.ssa Randone,
grazie per la risposta. Probabilmente seguirò il Suo consiglio anche se, conoscendomi, tenderei ad escludere che il problema sia psicologico. La domanda era sostanzialmente questa: questa mia defiance brillantemente superata con l'assunzione del CIalis può trovare giovamento dall'assunzione momentanea del farmaco (come ritiene il curante)o tra 2 mesi mi ritroverò con lo stesso deficit? Il Cialis può avere un effetto "curativo" e non solo sintomatico?
Saluti.
[#4] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Esclusivamente sintomatico....