Utente 107XXX
Ho ormai da quasi due mesi una neoformazione nel labbro inferiore ovvero si è formata dentro la bocca una specie di pallina. Sono andato dal mio medico e mi ha detto che molto probabilmente sarà un'infezione dovuta ad un morso per cui mi ha prescritto per una settimana un'antibiotico per la bocca ed una specie di tintura di iodio da passare con un pennellino nella parte interessata. Passata la settimana, non ho riscontrato nessun risultato, questa specie di pallina ogni tanto continua a gonfiare e bruciare. Il medico mi ha mandato da uno specialista di medicina orale che mi ha confermato quanto detto dal mio medico ovvero che è un'infezione dovuta probabilmente ad un morso e che c'è questa ghiandola salivare che ha fatto infezione e si deve rimuovere. La rimozione sarà effettuata lì stesso, dove ho fatto la visita, tramite un piccolo intervento in anestesia locale che dura un quarto d'ora; verrà fatta un'incisione, rimossa questa ghiandola e messi 1-2 punti. Mi ha prenotato l'intervento (che sarà addirittura tra un mese e mezzo!) e nel frattempo mi ha detto di fare una pulizia dei denti visto che nella parte inferiore, essendoci un pò di tartaro, sicuramente non aiuta questa infezione che in teoria potrebbe anche scomparire da sola, ma a volte non succede.
A dire la verità sono molto scettico per questo intervento perchè in un battibaleno il dottore che mi ha visitato e diagnosticato ciò e subito mi ha parlato dell'intervento. Gli ho chiesto cosa succede se decido di non effettuare questa piccola operazione e lui mi ha detto che non succede niente, solo che dovrei stare attento a non mordere questa piccola "pallina" perchè potrebbe fare ancora più infezione.
Qualche consiglio? Dovrò per forza sottopormi ad intervento? E se si, non si può rimuovere tramite laser? Scusate la mia ignoranza...
Ringrazio anticipatamente e porgo cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Auletta
28% attività
8% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente senza vedere la lesione o quantomeno senza conoscerne la diagnosi non possiamo consigliarle sul toglierla o meno,ma da quanto ci racconta nella sua storia clinica e certamente un interventno che non dà proccupazioni.
Sulla scelta tra laser o chirurgia tradizionale,non farei per lesioni piccole e tralaltro in zone come il labbro facilmente accessibili diffrenze sul tempo di intervento e sui postumi di guarigione.
[#2] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
molto probabilmente si tratta di un mucocele, cioè di una cisti salivare prodotta dal versamento sottomucosa di saliva per rottura, di solito traumatica, del piccolo dotto escretore di una ghiandola salivare minore, una delle tante che hanno sede a livello del labbro.

L'aspetto è quello di una pallina dal colore rosato o di una bolla bluastra: dipende se situata più profondamente nel primo caso o più superficialmente nel secondo.

La caratteristica è la variazione di volume nel tempo.

Non sempre è necessaria l'exeresi di queste neoformazioni, solo se infette cioè se è presente pus, altrimenti è opportuno attendere anche qualche mese per la risoluzione spontanea.

Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Utente 107XXX

Iscritto dal 2009
Nella neoformazione, quando è gonfia, è visibile sulla punta una specie di mini puntina bianca o anche pus potrebbe essere...Lei consiglia l'asportazione tramite intervento? E se si, eventualmente è possibile rimuoverlo tramite laser? Grazie in anticipo per la vostra cortese disponibilità. Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Se vuole può intervenire sia con tecnica tradizionale che con laser, il vantaggio di quest'ultimo è che non ha bisogno di suture e guarisce prima.
Saluti