Utente 160XXX
Buonasera, ho 79 anni, quando cammino anche di passo lento mi manca il respiro senza però avvertire dolore toracico e sono costretta a fermarmi per qualche minuto per poi riprendere a camminare. Ho: l'enfisema polmonare, diabete mellito tipo II con valori labili di glicemia nonostante terapia ed ho episodi di ipoglicemia, occasionali valori elevati di pressione arteriosa. Dall'ecocardiogramma risulta: ventricolo sinistro di normali dimensioni telediastoliche ( 50 mm ) e telesistoliche; ai limiti superiori gli spessori di parete ( SIV 11 mm, PP 10 mm ) normale cinetica segmentarla e globale. Ai limiti la diametria dell’atrio sinistro ( DS 42 mm, area 23 cm2 ). Sezioni destre, radice aortica e giunzione epipericardiaca nella norma. Vena cava normoconformata con normali escursioni respiratorie ( 15 mm ). Apparati valvolari: sclerosi delle cuspidi aortiche che mantengono motilità nella norma; normale per morfologia la valvola mitrale. Al doppler: rapporto E/A1.2; jet da rigurgito mitralico lieve, jet da rigurgito aortico lieve; jet da rigurgito tricuspidale con gradiente 28 mmgh. ECG: ritmo sinusale frequenza 68 b min., atriogramma e tempo AV normali; ventricologramma: alterazioni aspecifiche del recupero ventricolare. La prova spirometrica fatta circa 1 mese fa è nei limiti della norma. PFR ed emogas sostanzialmente non significativi. SPECT miocardia dubbia per deficit per fusione inferiore ( limitato ). Possibile ischemia miocardica ( modesta ). Il risultato della scintigrafia miocardica dice: Esame di difficile interpretazione per la presenza di radiottività splanc... sovrapposta alla parete inferiore. Dopo stress si rileva una relativa ipoperfusione a carico della parete inferiore distale, apparantemente non più evidente in condizioni basali. Normale cinetica segmentaria e globale del ventricolo sinistro. EF VS=> 60%. Conclusioni: il quadro è dubbio/sospetto per presenza di ischemia. Normale funzione di pompa ventricolare sx.
Toni cardiaci validi, soffio elettivo 1/6 L Erb meso. Campi polmonari: basi ipomobili, MV ridotto, liberi da stasi, ronchi diffusi bibasali. Non edemi declivi. PA 130/55 mmhg.
La terapia che sto seguendo è la seguente: Amaryl 4 mg 1cp -- Eutirox 25 1 cp -- Zuglimet 1000 1/2 +1+1 -- Karvezide 300 1 cp -- Diltiazem 120 1 cp al mattino ed 1 al pomeriggio -- Xanax 0,25 mg 1 cp -- Esapent 1000 1 cp -- Cardioaspirina 100 1 cp -- Allopurinolo 300 1/2 -- Simvastatina 20 1 cp -- Insulina 30/70 15 unità alla sera -- Doxaxosina 4 mg 1 cp -- Lansox 30 1 cp.
Volevo segnalare che il medico dopo la diagnosi sopra descritta mi ha tolto la pasticca di nebilox 5 mg la mattina ( perché secondo lui combinata con il Diltiazem poteva bloccare la frequenza cardiaca ) e mi ha aggiunto il Diltiazem del pomeriggio. In alternativa mi ha consigliato, nel caso non dovessi stare meglio, di sostituire le 2 pasticche di Diltiazem da 120 con 1 pasticca di Isoptin press 240
Secondo Voi, la dispnea che ho, da cosa dipende ? La terapia che sto facendo va bene ? Occorre fare qualche altro esame diagnostico ( ad es. coronografia ) visto che la scintigrafia non è risultata molto chiara ? Mi sono accorta che prendendo 10 gocce di EN quando mi si presentano gli episodi di dispnea dopo un po’ sto meglio; secondo Voi può significare qualcosa ? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
la dispnea che accusa è probabilmente conseguenza della somma delle varie patologie di cui è affetta, ed è impossibile con questo mezzo stabilirne la causa prevalente in questo momento.
Deve affidarsi ad un collega cardiologo che, in base ai risultati degli esami e delle visite che Le prescriverà periodicamente, stabilirà il prosieguo del percorso terapeutico.
Cordiali saluti