Utente 434XXX
salve dottori...nn e' la prima volta che scrivo qui perche' la mia avventura non cenna a finire anzi con il tempo peggiora...ho 27 anni e l'anno scorso dopo una visita ginecologica e relativo pap test ho scoperto di avere hpv...ho fatto tutto cio' che c'era da fare colposcopia che ha riscontrato la presenza di condilomi la biopsia:"cervicite cronica condilomatosi ulcerata" e infine la dtc a febbraio per rimuovere questi.Da fine marzo pero' ho iniziato ad accusare dei bruciori esterni,all'inizio nn ho fatto tanto caso perche' avevo sofferto gia' in passato di infiammazioni che con l'applicazione di una crema antimicotica so spariti prestissimo,in questa occasione pero' la situazione e' diversa.Non vedendo nessun cenno di miglioramento sono stata da una ginecologa la quale mi ha rifatto il pap test e mi ha dato una cura con meclon e mecloderm ovuli per 6 gg...ma niente i bruciori vanno e vengono...ho provato anche a lavarmi con bicarbonato,mettere creme lenitive tipo aflovag,detergenti antibatterici,ma niente tutto sembra farmi peggio. Intanto ho ritirato il risultato del pap test che evidenzia una L/sil una lesione intrapiteliale di basso grado e aspetto di fare la colposcopia che sara' il 3.06.Ad oggi i miei bruciori sono ancora qua, avverto molto fastidio al clitoride,anche al tatto,quando m asciugo...Nn ho rapporti perche' ho tipo un blocco psicologico,quindi nn so se provo anche dolore,l'unica cosa certa e che ho questa sensazione di fastidio al clitoride,e all'ingresso della vagina al tatto...non ho dolori forti,riesco a stare seduta e ad accavallare le gambe, anche se l'assunzione della crema aflovag che dovrebbe essere una crema lenitiva mi ha accentuato il fastidio...sono spaventata e mi sembra di essere in un tunnell senza via di uscita,ho paura di non ritornare piu' quella di prima, sono una ragazza di 27 anni, vorrei una famiglia dei figli una vita sessuale regolare...ma questo fastidio mi blocca e mi pone in una situazione di impotenza....scusate il mio essere prolisso ma e' un modo per sfogarmi,comunque,riassumendo i miei quesiti sono:
1 E' normale avvertire tale fastidio e infiammazione al clitoride?
2 potrebbe essere un batterio,fungo ecc o dato che qualsiasi prodotto mi sembra che irriti soffro di vestibolite?
3 se vestibolite puo' essere stata causata dall'hpv e dalla dtc?
4 giusto fare una colposcopia? e' possibile evidenziare tramite essa i problemi che mi generano tale infiammazione? grazie anticipatamente cordialmente
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività +60
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
1) deve valutare il tipo di indumenti intimi che devono essere di COTONE e rigorosamente BIANCHI(non colorati),uso di detergenti non molto profumati.
In alternativa potrebbe trattarsi di una vulvite micotica.
2) La vestibolite riconosce altre cause.
3) In caso di L-Sil è importante eseguire un esame colposcopico ed eventuale HPV test.
SALUTI
[#2] dopo  
Utente 434XXX

Iscritto dal 2007
grazie dottore per la risposta...provvedero a comprare slip esclusivamente bianchi e di cotone e per il detergente ho comprato in farmacia saugella verde che e' un antimicotico naturale...sembra che un po' il fastidio sia attenuato...pero' da ieri ho dei dolorini al basso ventre,all'ovaie....e leggendo su internet ho valutato che spesso un infiammazione non curata,come la mia potrebbe portare ha un infiammazione pelvica...sto davvero con il panico perche' ho paura di questa conseguenza...e dovro' aspettare il 3.06 per fare la colposcopia e parlare con la ginecologa...ammetto d essere molto ansiosa e di attraversare un momento molto particolare e so anche che cio' non m aiuta ....secondo lei e' possibile che avvenga cio'? premetto non ho perdite ne' d sangue ne altro,solo sti doloretti che vanno e vengono nn sono fissi...e inoltre secondo lei e' opportuno oltre alla colposcopia fare il tampone per verificare i possibili germi esistenti e un ecografia per valutare le ovaie? cordialmente