Utente 112XXX
Gentile dottore spero di riuscire a spiegarle il mio problema ed avere una sua cortese risposta,mio marito di 37 anni assume da circa 4 anni micardis da 80 mg perchè aveva avuto 2 episodi di pressione alta ora non ricordo di preciso i valori ma se non sbaglio la massima 170,non ha mai fatto visite apposite per vedere se era necessario assumere davvero questo farmaco.Comunque non ha mai avuto problemi in seguito assumendolo regolarmente.Due mesi fa circa ha avuto un intervento chirurgico (emorroidectomia)dovuto ad un forte sanguinamento e quindi anemia,ancora oggi i valori sono bassi emocromo 11 e siderimia 16,dopo l'intervento gli è stata sospesa la pillola per l'ipertensione e ci è stato detto di riprenderla quando i valori diventassero 90- 150 riprendendo il lavoro e controllando la pressione i valori erano dinuovo questi(nei due mesi di convalescienza erano sempre sui 70-110) 90-145 quindi ha ripreso dopo 2 mesi il micardis.Ora però si sente spossato ha mal di testa e capogiri e un ronzio improvviso all'orecchio a cosa è dovuto?Non è che si è abbassata troppo?spero di essere stata chiara se no mi scusi!purtroppo del mio medico curante non mi fido molto,non è molto scrupoloso e ho paura di una diagnosi sbagliata grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Spesso si attribuisce eccessiva importanza alla pressione arteriosa riguardo all'insorgenza dei più svariati sintomi: purtroppo non si può fare affidamento su di essi.
Tenendo sempre presente i limiti del mezzo e che non è possibile fare diagnosi nè prescrivere terapie on-line, credo che Suo marito debba tranquillamente continuare ad assumere la terapia prescritta, che è stata giustamente sospesa in corso dell' anemia da carenza di ferro secondaria alle perdite ematiche.
Infine, se non ha fiducia nel medico di famiglia, ne scelga un altro: è una figura indispensabile nella gestione della salute del nucleo familiare, a cui fare riferimento in prima battuta.
Cordiali saluti