Utente 374XXX
Gradirei ricevere informazioni su ciò che riguarda l'azoospermia;o meglio se tale problema possa incidere,dopo il prelievo di spermatozoi con iniezione intracitoplasmatica (ICSI) e a seguire una inseminazione in vitro (IVF) alla mia compagna che ha le "tube chiuse" dopo avere partorito il 3° figlio con il suo ex marito.
Abbiamo espresso il desiderio di avere un figlio,dopo la ns convivenza ed unione di 5 anni.Abbiamo ambedue 44 anni,portati bene.
Ho subito ultimamente un intervento alla safena della gamba dx;ma non penso possa incidere,anche se è stato effettuato 1 taglio all'inguine e poi altri tagli in vari punti della gamba.Cammino regolare,non ho alcun tipo di dolore,nemmeno nella zona intima.L'ultimo esame fatto circa 2 anni fà,risultavano spermatozoi poco mobili.Pensate che ci possano essere dei risultati positivi?Grazie per le eventuali risposte.Antonio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Per azzospermia si intende la mancanza numerica di spermatozoi, poi Lei parla di spermatozoi poco mobili (astenospermici).
Onde evitare confusione non ho difficoltà a dirLedi non essere in grado di risponderLe.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore 37432,

le sue richieste sono un po' "incerte".
Non capisco la domanda riguardante l'azoospermia. Certo, un azoospermico potrebbe avere un prelievo di spermatozoi che poi potrebbero essere utilizzati per ICSI in una donna con occlusione tubarica.
A 44 anni è abbastanza difficile intraprendere un tentativo di Fecondazione Assistita.
Se lei aveva spermatozoi, anche pochi, nel liquido seminale si potrebbe pensare di poterli utilizzare per una ICSI.
Magari ci contatti nuovamente con dati più precisi
Cari saluti
[#3] dopo  
Utente 374XXX

Iscritto dal 2007
Egregi Dottori,
grazie per avere prontamente risposto al mio caso seppur confuso.
Ho avuto modo di incontrare il Prof.Antinori di Roma,con il quale dopo avere effettuato degli esami di spermiogramma ha ricontrato pochi spermatozooi,che però possono tranquillamente dare la possibilità con l'ICSI di avere un figlio,anche se la mia compagna ha le tube chiuse.
Ovviamente mi ha prescritto dei farmaci per incentivare gli spermatozoi e consigliato 2 dosaggi ormonali ogni 15 gg.
Per la mia compagna ha prescritto delle punture da effettuare 8 gg. prima dell'aspirazione degli ovuli per poi procedere all'iter della fecondazione in vitro.
Vorrei sapere se ci saranno rischi per mia moglie e/o conseguenze.
Poteti darmi il Vs parere in merito?
Ringrazio anticipatamente.
Antonio
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore

al di là dei giudizi professionali, mi sembra che la procedura consigliata sia sostanzialmente corretta
Non ci dovrebbero essere rischi per sua moglie
Cari saluti