Utente 992XXX
Salve dottori, volevo porvi questo "problema":
mio padre 70enne, si è ritrovato così all'improvviso una "ferita" sulla gamba, senza aver urtato o fatto altro, Pensavamo che cosi come si era formata se ne andava invece giorno dopo giorno si e fatta sempre più profonda arrossando la parte intorno.Vedendo che non passava allora siamo stati dal diabetologo (avendo lui il diabete mellito) pensavamo fosse una cosa dovuta al diabete, e il dottore dice prima che è una puntura di insetto (anche se questo non ci convinceva) dando da applicare una crema antibiotica. Poi non vedendo risultati, ci ha mandato dal dermatologo il quale ha detto che queste sono ferite lunghe da curare, causatosi per una rottura della vena (una specie di trombosi), e gli ha dato da applicare x 1o gg una crema allo zinco e la crema iruxol.
C'e da dire che mio padre è un non vedente a cusa di un ictus, che è diabetico e iperteso.
Ecco, io volevo solo sapere piu specificatamente di che "malattia si tratta" e perche si formano queste ferite.
Vi ringrazio molto

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
quel che ci racconta evoca un "ulcus cruris", cioè una ulcerazione- perdita di sostanza cronica ,dovuta a vari fattori (dalla insuffic.venosa alle arteriopatie, vasculiti, etc).
Anche un trauma , o al limite una puntura d'insetto, può avere un determinismo ma solo come innesco , in quanto la torpidità di risoluzione , o , talvolta , l'assenza di tendenza a risolvere sono ovviamente da ascrivere a cause legate alle malattie di base e cioè al "terreno"su cui l'ulcera si sviluppa. Sono cioè alterazioni legate a disturbi del trofismo (nutrimento)dei tessuti, che nel caso di suo padre sono ben comprensibili ricordando le importanti malattie di cui soffre.
Le terapie sono varie , e devono essere portate avanti daun medico esperto.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 992XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la sua risposta, ma secondo lei la cura che gli ha prescritto il medico è corretta? Dopo quanti giorni si posso vedere i primi risultati? La ringrazio ancora
[#3] dopo  
Dr. Vito Abrusci
24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Qualsiasi ferita o ulcerazione in un paziente diabetico spesso ha bisogno di un periodo di guarigione più lungo di quello che impiegherebbe in un paziente non diabetico, anche se gestita da esperti.
Considero che dovreste fidarvi del dermatologo che gestisce suo padre che, essendovi stato suggerito dal diabetologo, sicuramente potrà offrirvi un parere molto più solido di quanto potrete mai ricevere da persona che non posssono valutare il paziente.
Se volte un secondo parere dovreste far valutare il paziente da un secondo dermatologo.
Cordialmente,