Utente 310XXX
Salve,sto trattando una cicatrice di un'operazione fatta a marzo per eliminare un cheloide. Purtroppo il cheloide si sta riformando più grosso di prima.Dopo aver avuto infezioni da putni di sutura sottocutanei (vycril)la cicatrice è completamente chiusa.La sto trattando con Dermatix due volte al giorno.Settimana scorsa dopo una visita dal chirurgo e una dal dermatologo per eccessivo rossore e bruciore con fitte, mi è stato consigliato dal chirurgo di usare anche il cerotto al silicone (oltre alla dermatix) e dal dermatologo di applicare anche Clobesol in crema per disinfiamamre.Dopo 4 giorni di dermatix al mattino e clobesol alla sera, ieri sotto la cicatrice sono comparse tante piccole vene rosse e una più grande violetta.Le fitte e il dolore è aumentato.Può essere dovuto a 4 applicazioni di Clobesol?O è semplicemente una infiammazione del cheloide?Ad ogni modo cosa devo fare?Queste vene, oltre a farmi molto male mi preoccupano, è come se la pelle fosse troppo tirata.Spero non rimangono per sempre queste venuzze in evidenza!Grazie, Claudia

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
I capillari attorno ad un cheloide indicano che con tutta probabilità la cicatrice è in fase attivo-proliferativa.

in questi casi, prediligo l'associazione fra delle infiltrazioni intralesionali di steroidi a lento rilascio associate al laser NdYAG per la chiusura selettiva del circolo di alimentazione della lesione proliferativa, seguita da terpia domiciliare.

Cari saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e venereologo, ROMA
[#2] dopo  
Utente 310XXX

Iscritto dal 2007
Quindi mi consiglia id interrompere sia dermatix che clobesol e di farmi rivisitare e medicare dal chirurgo?
Chiederò una visita il più presto possibile.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Sono entrambe terapie lecite e percorribili; le ho fornito la mia esperienza per amplificare il corollario delle sue scelte.ne parli con il suo specialista di fiducia.
cari saluti.
Dott. LAINO, Roma
[#4] dopo  
Dr. Claudio Bernardi
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2003
Gentile utente,
nella mia esperienza devo dirle che considero utile il trattamento con silicone, il cerotto più che la pomata, ma non altrettanto valida la terapia con cortisone in pomata. Consiglierei piuttosto le infiltrazioni intralesionali di cortisone, più fastidiose ma assai più attive.
Saluti
Dott. Bernardi Claudio
Chirurgia Plastica
http://www.claudiobernardi.it