Utente 160XXX
Salve, ho 25 anni non ho mai avuto problemi andrologici a parte un varicocele di II grado (che non mi ha mai dato problemi) che ho sempre tenuto sotto controllo e che a breve dovrò operare.
Circa 2 mesi fà ho iniziato ad avere delle brevi fitte al testicolo dx qualche volta a settimana.
Dopo qualche settimana il dolore durava per alcune ore però meno intenso (a volte acuto) e si estendeva talvolta anche al testicolo sx. Ho fatto una visita urologica e un'ecografia testicolare dove hanno rilevato (oltre al varicocele) solamente una "modica congrestione della testa dell'epididimo dx". Mi prescrissero il Flaminase 2 cps al giorno per 15 giorni e uno spermiocitogramma. Dopo un lieve miglioramento gia dopo 10 giorni il dolore è tonato identico se non più forte. L'esame dello spermiocitogamma è risultato molto poco rassicurante con una motilità rettilinea molto molto ridotta, motivo della mia futura operazione. Mi sono rivolto allora in andrologia e dopo la visita con esplorazione rettale il medico mi dice di continuare il flaminase fino ai 15 giorni e di eseguire una spermiocultura poichè sospettava che dipendesse dalla prostata che aveva sentito un pò "ingrossata e calda..." anche se al momento non mi dava dolore. I giorni seguenti il dolore ai testicoli sembrava scomparso, andai allora dall'andrologo con la spermiocultura che è risultata negativa, e dato che l'epididimite sembrava scomparsa mi prescrive solamente delle vitamine Omnifert per 2 mesi 1 al di e al termine ripetere lo spermiocitogramma e in caso operarmi al varicocele.
Pratico body building in man iera veramente amatoriale, non assumo nessuna "sostanza dopante" e alleno le gambe molto poco, preferisco andare a correre, nonostante il dott mi disse che potevo continuare, smisi di andare in palestra per 10 giorni, durante i quali non è cambiò niente e al 10 giorno ho avuto un forte dolore alla zona prostatica che si estendeva anche alla zona perianale e al basso addome e di conseguenza ai testicoli! All'ora l'andrologo mi prescrive Ananase per 5 giorni 4 cps al di che ho terminato lunedì 24 maggio. Dopo questo mi ha prescritto un antibiotico Trozocina 500mg x 3 giorni 1 cpr al giorno e un'ecografia prostatica transrettale e ecodoppler testicolare. L'antibiotico l'ho terminato oggi ma senza risultati. Mi disse che se non avrebbe fatto effetto mi avrebbe prescritto Ipertrofan 1 cpr al di per 20 giorni che credo inizierò da domani o dopo domani. Sto iniziando a preoccuparmi poiche anche se ho dolore alla prostata da solo circa 10 giorni, ho notato una lieve disfunzione erettile e un gorsso calo della "voglia" anche a causa del dolore e passo da momenti in cui non provo alcun dolore ad altri in cui patisco le pene dell'inferno col dolore che si estende anche alla coscia e pesantezza pubica anche la notte,mi preoccupa il fatto che l'antibiotico non abbia fatto effetto! Sapreste consigliarmi riguardo alla terapia?Vi sembra appropriata? E' una cosa guaribile?
Vi ringrazio in anticipo, saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caRo utente purtroppo per curare bene una prostatite è necessario avere moolta pazienza in quanto benchè patologia benigna è di lenta guarigione ed in oltre quando possibile individuare la causa ed agire su di essa . Cmq la cura sembra idonea ed il collega che la segue ben orientato
[#2] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Salve, la ringrazio per la risposta.
La mia perplessità sta nel fatto che comunque l'Ipertrofan non è un'antibiotico ma solo un'antinfiammatorio per l'IPB, non sarebbe meglio una combinazione di entrambi? o significherebbe caricare troppo l'orgnismo?
Ho aggiornato il dottore dicendogli che il Trozocina non aveva fatto effetto, mi ha detto che lunedì mi avrebbe prescritto un'altro antibiotico più forte da fare più a lungo e di lasciare perdere l'ipertrofan... Secondo lei sarebbe meglio farli entrambi? Anche perchè la mia spermiocultura era negativa e non si capisce da cosa sia dipeso questo ingrossamento della prostata...
Il dolore che si irradia ai testicoli è sempre derivato dalla prostatite?
Secondo lei posso continuare ad allenarmi tranquillamente o è meglio che smetta per un periodo?

Nell'attesa di un suo parere la ringrazio in anticipo, saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

segua tutte le indicazioni che lunedì le darà il suo urologo in diretta, è in quella sede che deve ripetere le domande che lei ci pone ma a cui, da questa postazione, non avendo potuto valutare la sua reale situazione clinica, ci è impossibile risponderle.

Invece possiamo darle altre indicazioni di tipo generale, utili in presenza di una prostatite, che può trovare leggendo l’articolo, pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html .

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Vi ringrazio per il consulto, vi terrò aggiornati nei prossimi giorni.
Saluti e buona domenica
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Qua siamo ed attendiamo!