Utente 125XXX
Salve dottore, ho 42 anni e sostanzialmente sana fino a 2 anni quando ho iniziato a manifestare una dermatite all'inguine e al collo molto pruriginosa e con piccole bollicine. Dopo un patch test risultato positivo in massimo grado ai profumi (non mi trucco e facevo uso regolare solo di deodorante infasil)il prurito si estende alle gambe retro e fronte parte tra ginocchio e caviglia e persiste alla nuca. Risolvo parzialmente con agopuntura visto che nessun medico prospetta altro che stress. Premetto che ho effettuato 7 fecondazioni artificiali (ICSI per problema maschile)con esito negativo (nessuna gravidanza) e una gravidanza naturale interrottasi alla 3° settimana. Molti, compreso l'agopuntore, adducono la dermatite ad una situazione di stress del fegato provocata dagli ormoni (sospesi però nel settembre 2008). Persistendo una situazione di malessere insisto per effettuare il breath test per il lattosio dove risulto intollerante (carico lattosio 25g - idrogeno dopo 60' 44 ppm - idrogeno dopo 90' 59 ppm); l'effetto principale oltre il gonfiore e la difficoltà a dimagrire anche eliminando latticini e farinacei è un mal di testa caratteristico scambiato dal medico per emicrania. Ora voglio approfondire anche l'aspetto della celiachia poichè non penso che dermatite e intolleranza al lattosio siano aspetti disgiunti e vorrei confutare anche questo dubbio. Lei che ne pensa?
Cordialmente ringrazio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Salve,
il Suo è un problema difficile da affrontare disponendo solo di una tastiera e un monitor.
Inizierei dicendoLe che in realtà intolleranza al lattosio e dermatite non sono certamente correlabili.
Ammettendo poi che la dermatite sia di carattere eczematoso, escluderei - per logica almeno da quando sono stati sospesi - un ruolo degli ormoni.
Se la dieta di completa eliminazione del glutine (mi pare di capire che l'ha già provata) non risolve i sintomi, è altrettanto poco probabile che la dermatite, la cefalea e i disturbi intestinali abbiano a che fare con la celiachia. Peraltro, sarebbe piuttosto strano vedere un celiaco che non riesca a dimagrire, piuttosto che il contrario.
Ad ogni modo, se lo desidera e per rafforzare un'ipotesi può effettuare almeno lo screening sierologico per morbo celiaco (avendo cura di essere in dieta libera in quel periodo).
Saluti,