Utente 271XXX
Soffro di una incurvatura verso il basso del pene, suppongo una IPP procurata in giovane età da masturbazioni energiche (il glande era chiuso e ne forzavo l'uscita anche con un poco di dolore seguendo il consiglio di amici che sostenevano la necessità di elasticizzare la pelle forzandola). Questa patologia tuttavia in seguito non mi ha dato particolari limitazioni all'attività sessuale se non di natura psicologica all'approccio con nuove partners. Per lo stesso motivo non ho mai avuto la serenità per affrontare una visita specialistica.
Nel mezzo dello scroto ho un "granello di miglio" ovale di circa 3x2 mm che da altre risposte ho capito dovrebbe trattarsi di una innocua pallina di sebo indurito.
Ultimamente ho notato che nell'eiaculazione il liquido seminale contiene delle "impurità" dall'aspetto simile a pelucchi di lana, delle dimensioni di 1-2 mm al massimo, radi e di colore scuro. Ultimamente è uscita anche una sorta di velo bianco dall'aspetto simile alla panna che si forma sul latte bollito, delle dimensioni di circa 1 cm x 0,5.
Queste cose mi stanno allarmando un tantino e quindi, scontato il fatto che è arrivato il momento di sottopormi finalmente ad una visita specialistica, volevo sapere se si possa trattare di sintomi gravi da indagare con urgenza e se la cosa possa avere un nesso con quanto riportato in precedenza.
Da qualche mese con la mia compagna stiamo pianificando un concepimento, quanto scritto sopra può essere probabile sintomo di infertilità? Potrei infine avere un consiglio riguardo ad un valido medico/struttura della mia regione o dintorni a cui rivolgermi per un consulto magari in coppia con la mia partner?
Come se non bastasse mi è stata ora diagnosticata una spondilosi degenerativa a L5/S1 che mi ha bloccato a letto per tre settimane e da allora accuso tra l'altro maggiori difficoltà di erezione, anche in questo caso esiste una relazione e quali sono i rischi?
Scusate per le molte domande e mille grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Nulla di particolarmente grave, buona l'iniziativa di rivolgersi ad una visita specialistica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Signore,La inviterei a fare un passo indietro ed a valutare il Suo reale vissuto sessuale,caratterizzato da non "particolari limitazioni" dell'attività sessuale,che,a mio giudizio,contrastano con la autodiagnosi di IPP.Per valutare gli incurvamenti del pene necessiteremmo di un'autofotografia in erezione (improponibile...) che possa mostrare il grado di incurvamento stesso.Sul "granello di miglio" credo che ci "abbia preso" e se lo tenga.Sulla variegata descrizione delle caratteristiche organolettiche dello sperma e sui rapporti con la fertilità concordo sulla necessità di essere seguito e coordinato da un Andrologo veneto (consulti il Sito andrologiaitaliana.it),ricordando che non é un ragazzo e che la prostata produce circa il 40% del liquido seminale.
p.s. il prepuzio,negli anni,si é elasticizzato ?
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Pierluigi Izzo
[#3] dopo  
Utente 271XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per le risposte e gli auguri. Il prepuzio si è effettivamente "elasticizzato": i primi anni di rapporto con la sessualità erano effettivamente dolorosi ma poi il dolore è completamente svanito al prezzo di una marcata incurvatura del pene verso il basso a sinistra. Le limitazioni a cui mi riferisco erano di natura psicologia, il rapporto fisico non dava particolari problemi nemmeno alla partener. Negli ultimi tempi la virilità è vistosamente calata, mi auguro (si fa per dire) per il problema lombo-sacrale che sta tuttora dandomi noia. Grazie ancora.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
ci informi se lo desidera dell'evoluzione del suo problema dopo la valutazione dello specialista.
Un cordiale saluto

Giovanni Beretta.
[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
bisognerebbe valutare se c'è correlazione con la spondilodistesi ma sopratutto bisognerebbe escludere cause organiche della disfunzione erettile
per quello che riguarda la scelta di avere figli inizierei con l'eseguire uno spermiogramma