Utente 103XXX
Mi ero già rivolta a voi in un precedente consulto per spiegare quali sono i sintomi che avverte mia madre ogni volta che viene in contatto con qualsiasi tipo di detersivo.
I sintomi sono: bruciore agli occhi,al naso e alla gola,senso di nausea e di svenimento e mal di testa improvviso.
Purtroppo questi sintomi sono aumentati a tal punto da non poter neanche passare davanti al reparto detersivi al supermercato... e da non poter usare creme, deodoranti o detergenti che contengono alcool.

Come ho già spiegato, ha fatto le prove allergiche (generiche) e il risultato è stato negativo (le hanno diagnosticato solo un’ipertrofia dei turbinati).

La mia domanda è la seguente: esistono prove allergiche specifiche per i detersivi, o altri esami clinici ai quali potrebbe sottoporsi?
Se si, potreste indicarmi se vengono effettuati nella zona dove abitiamo?

Vi chiedo aiuto perchè purtroppo la situazione non migliora in alcun modo e la terapia che attualmente sta seguendo, per il reflusso gastroesofageo non produce risultati positivi.

Vi chiedo cortesemente di darmi la vostra opinione, o una possibile diagnosi, leggendo anche il precedente consulto.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Salve, i test per le sostanze da contatto si chiamano Patch test, utile guardare l'etichetta del prodotto che ha dato il fastidio e farlo vedere allo specialista.

Inoltre alcune sostanze contengono degli oli che evaporando danno anche la sintomatologia rinitica, asmatica.

Anche il lattice può dare la stessa sintomatologia.

Rivolgersi allo specialista.
[#2] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Prima di tutto la ringrazio per la risposta.

Ho trovato alcune informazioni in internet sul Patch test e ho letto che è consigliato per la dermatite allergica da contatto.
Volevo precisare però che mia madre non ha alcuna reazione infiammatoria della pelle, i disturbi che avverte compaiono solo con l'inalazione dei detersivi e, come già detto sono: bruciore ed infiammazione delle mucose quali naso, occhi, gola e soprattutto un fastidioso senso di nausea.
I detersivi che le danno più fastidio sono quelli che contengono tensioattivi o alcool.

Inoltre, mia madre ha già effettuato la visita dall'allergologo, il quale, pur sapendo quali erano i sintomi, le ha consigliato di fare le prove allergiche e visto l'esito negativo non le ha prescritto alcun ulteriore esame..

E' in ogni caso utile effettuare il Patch test in assenza di dermatite, o ci sono altri esami clinici più specifici?

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Le prove in questi casi devono essere fatte con un ampio pannello, al fine di individuare alcune allergie che trasferite in campo cosmetologiche hanno reazioni disparate. Alcune piante danno oli essenziali per profumi usati in tanti prodotti, l'alcool evaporando serve da meccanismo di diffussione.
Mi riferivo al lattice anche perchè, dall'inalazione di particelle, da una sintomatologia respiratoria, oltrechè da contatto.
Il Patch test ha uso nelle dermatiti da contatto, ma serve per una corretta diagnosi.